Commissione europea: approvato schema italiano di aiuti a sostegno dei lavoratori autonomi

870

La Commissione europea ha approvato un regime di garanzia italiano modificato di 25 miliardi di euro a sostegno dei lavoratori autonomi, delle PMI e delle mid-cap colpite dall’epidemia di coronavirus

La Commissione europea ha ritenuto che le modifiche del regime italiano precedentemente approvato per l’indennizzo dei lavoratori autonomi e delle imprese (con meno di 500 dipendenti) colpite dall’epidemia di coronavirus siano in linea con le norme UE in materia di aiuti di Stato, in particolare con il Quadro di riferimento temporaneo per gli aiuti di Stato adottato dalla Commissione il 19 marzo 2020, come modificato il 3 aprile e l’8 maggio 2020. Il regime esistente era stato approvato il 13 aprile 2020 (caso numero SA.56966).

Tra le novità, si segnala:

  • Il budget della misura è notevolmente aumentato: rappresenta i costi pubblici previsti per il regime notificato dall’Italia ed è ora di 25 miliardi di euro invece di 1,7 miliardi di euro in precedenza, prevedendosi una mobilizzazione di 150 miliardi di euro;
  • la scadenza dei finanziamenti interamente garantiti per un importo fino a 30.000 euro è stata aumentata da sei a dieci anni.