RICHIEDI IL PRIMO RAPPORTO ADEPP SUL WELFARE

150

Per ricevere una copia del rapporto scrivere a [email protected]

 

L’attività di monitoraggio di AdEPP, l’Associazione degli Enti Previdenziali Privati che, dal 1996, riunisce venti Casse di Previdenza obbligatoria per i liberi professionisti, nel corso degli ultimi anni ha permesso di mettere in risalto una serie di variabili – come il costante calo dei redditi dei liberi professionisti – derivanti dalla congiuntura economica e dai processi di trasformazione globale e digitale in atto.

Dagli ultimi Rapporti AdEPP sono emerse ulteriori criticità, evidenziate soprattutto nel significativo gap generazionale e di genere, nel divario occupazionale tra il Nord ed il Sud del Paese e nelle rilevanti disuguaglianze di redditi a parità di competenze. Tutti questi fattori hanno spinto le Casse ad assumere un nuovo ruolo affiancando alla mera previdenza una più incisiva attività di assistenza mediante l’erogazione sempre più massiccia di misure straordinarie a sostegno dei redditi, dando vita ad una autentica ed effettiva esperienza di welfare integrato.

Grazie al superamento del concetto di welfare solo in termini assistenziali, le Casse oggi seguono le politiche a favore dei liberi professionisti adottate a diversi livelli di governo per promuoverne la competitività e l’innovazione. Il presente Rapporto si articola in varie sezioni: a una Sezione I dedicata a un’analisi di tipo quantitativo (numero di iscritti attivi, entità delle prestazioni erogate, parametri dell’età pensionabile per le varie categorie di liberi professionisti, ecc…), segue una Sezione II nella quale l’analisi, di tipo qualitativo, è finalizzata a definire, identificare e declinare ciò che si intende per welfare, dando rilievo alla sostanziale differenza tra l’innovativo welfare “attivo” ed il più consolidato welfare “assistenziale e strategico”.

Il report presenta infine un focus ad hoc sul cosiddetto welfare “della crisi”, dedicato all’analisi dell’attuale situazione di stallo e di grave difficoltà derivante dal dilagare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e i conseguenti provvedimenti di contenimento decisi dal Governo che hanno determinato un impatto profondo sull’economia.