“L’autunno caldo” di AdEPP

569

Oltre l’evento previsto a Novembre per il “Rapporto Investimenti” e quello a Dicembre per il “Rapporto Annuale”, quest’anno AdEPP scende in campo il 22 ottobre con “Gli Stati Generali delle Libere Professioni” e la presentazione pubblica del  “Secondo Report sul Welfare”.

“Gli Stati Generali”, rimandati lo scorso anno a causa della pandemia da Covid 19, segneranno un momento di incontro, confronto e dialogo, con rappresentanti del mondo politico, economico, finanziario, accademico, per delineare possibili scelte strategiche e azioni volte a garantire, supportare e sviluppare l’attività dei liberi professionisti italiani.

Fungeranno da stimolo due ricerche, una realizzata dal Censis e una dalla Luiss “Guido Carli”, che saranno presentate durante la mattina del 22 ottobre.

La prima ha come obiettivo far emergere la considerazione economica e sociale che la società italiana oggi ha dei liberi professionisti, soffermandosi sulla percezione di natura individuale e sociale dei liberi professionisti e della loro attività.

La seconda, dal titolo “Technology, Trasnsformation e Futuro delle Professioni” punterà la lente di ingrandimento sull’impatto che le innovazioni tecnologiche avranno, e già stanno avendo, sulle libere professioni. La potenziale disruption delle nuove tecnologie, le nuove competenze, l’organizzazione e i nuovi mercati, saranno alcuni temi centrali che “animeranno” la discussione tra i relatori presenti, i quali si interrogheranno anche sui possibili scenari futuri, sulle dinamiche del cambiamento tecnologico, i trend, e le possibili implicazioni per le policy istituzionali e per le istituzioni ordinistiche.

Sul fronte welfare, il Primo Report AdEPP si era concluso con un focus ad hoc sul cosiddetto welfare “della crisi”, dedicato all’analisi della situazione di stallo e di grave difficoltà derivante dal dilagare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e i conseguenti provvedimenti di contenimento decisi dal Governo che avevano determinato un impatto profondo sull’economia e sulle stesse politiche emergenziali delle Casse di previdenza.

Parte da qui il “Secondo Rapporto AdEPP sul Welfare” che, il pomeriggio del 22 ottobre, “racconterà” l’evoluzione del welfare della crisi, le iniziative concrete delle Casse a sostegno della ripresa,  tracciando le direttrici per un welfare di visione e rispondendo, dati alla mano ad alcuni interrogativi.

Esiste un sistema professioni prima e post Covid? La libera professione è una scelta o un ripiego in attesa del posto fisso? E’ un elemento attrattivo per i giovani? Il welfare non più solo assistenziale ma integrato, strategico, innovativo è il cammino intrapreso da tutto il Sistema AdEPP? Investire ancora solo sulla salute e sulla famiglia o puntare sulla professione? Il post lavorativo è ancora il centro dell’interesse o i cambiamenti impongono con forza la “questione lavorativa”? Possiamo ancora solo parlare di gap di genere, demografico e geografico o oggi ci troviamo di fronte ad un quarto “distruttivo” gap, quello tecnologico?

Programma, location, modalità saranno pubblicate a breve sul sito www.adepp.info.