Covip. Enasarco, con un avanzo economico di 50 milioni al 2020

234

Enasarco, con un avanzo economico di 50 milioni al 2020, è tra le cinque più grandi Casse che insieme raggiungono oltre il 74% dell’attivo totale.

La Covip ha presentato il “Quadro di sintesi” dei dati relativi al patrimonio delle Casse di previdenza e alla loro gestione finanziaria nel 2020, con i confronti rispetto agli anni precedenti. Nel documento vengono delineati gli aspetti più importanti circa le risorse detenute dagli enti previdenziali, integrando le informazioni aggregate con elementi e aspetti di dettaglio riferiti ai singoli portafogli. Il settore può contare su risorse complessive pari a 100,7 miliardi di euro, cresciute di 45 miliardi (il 6,8% in media, su base annua) nel periodo 2011-2020. Le attività come le dinamiche di crescita variano a seconda delle singole Casse: le cinque più grandi, tra cui la Fondazione, detengono infatti oltre il 74% dell’attivo totale.

In merito alla sostenibilità finanziaria di Enasarco, è bene ricordare che i conti sono in sicurezza e che la Cassa gode di buona salute. Lo scorso 29 aprile, infatti, l’Assemblea dei delegati della Fondazione ha approvato il Bilancio consuntivo 2020 che, nonostante la pandemia, ha certificato un avanzo economico pari a 50 milioni di euro e un patrimonio complessivo di circa 8 miliardi di euro.

Nonostante un flusso contributivo che è diminuito rispetto al 2019, nel 2021 si è assistito a un riassorbimento del calo registrato. Nei primi due trimestri del 2021 i contributi previdenziali incassati superano quelli del 2019 del 4,15% e quelli del 2020 del 20,7%. Lo stesso si può rilevare per i contributi assistenza che, per il medesimo periodo di riferimento, superano quelli del 2019 del 3,55% e quelli del 2020 del 12,51%, evidenziando dunque il superamento delle criticità rilevate lo scorso esercizio.

L’andamento che si continua a registrare è positivo e le dichiarazioni contributive dei primi due trimestri, sia per i contributi di previdenza che di assistenza, hanno superato le dichiarazioni del 2019 e del 2020 riportando la contribuzione ai livelli ante COVID.
Nell’evidenziare le risorse complessive delle Casse previdenziali, la Commissione di vigilanza sui fondi pensione ha inoltre sottolineato che sul fronte degli investimenti – seppur rallentati nel 2020 a causa della pandemia – le Casse possono svolgere un’azione importante “in un progetto di ampio respiro che abbia il proprio baricentro nella promozione della crescita del Paese, come il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), naturalmente sempre avendo riguardo, come pietra angolare del proprio operato, all’interesse degli iscritti in una prospettiva di carattere previdenziale”.
Per ulteriori informazioni in merito, è possibile consultare il report completo nel sito www.covip.it e il bilancio Enasarco sul sito www.enasarco.it.