Eurolab, progetti per una nuova Europa

548

E’ stato presentato, ieri, al Parlamento europeo Eurolab, il progetto realizzato da 50 tra artisti, creativi ed esperti di comunicazione provenienti da tutta Europa. Obiettivo del progetto: esplorare nuove forme di comunicazione per rappresentare e comunicare l’Unione europea in vista delle prossime elezioni europee del 23-26 maggio 2019.

E per farlo sono scesi in campo un fotografo tedesco, Wolfgang Tillmans, e un architetto olandese, Rem Koolhaas, secondo cui “per combattere gli attacchi alla sua unità, Bruxelles deve ripensare la propria immagine pubblica e le strategie di comunicazione”.

“L’obiettivo della proposta – spiega Tillerman – non è quella di condensare i lati positivi dell’Europa unita in un simbolo, una canzone o un gesto felice. Bensì quello di arrivare a una comprensione più profonda del perché di questa disinformazione nei confronti dell’Ue e di come contrastare il nazionalismo”.

Perché non avvalersi quindi dei creativi e comunicatori provenienti da tutto il mondo?

La risposta non si è fatta attendere. Dal lancio del programma, lo scorso marzo, sono arrivate 400 proposte da 43 Paesi.

Ecco alcune delle idee proposte:

  • uno stilista tedesco ha disegnato una giacca unisex che funge da biglietto per il trasporto pubblico in tutti i 28 stati membri.
  • una compagnia di ballerini provenienti da Albania, Francia e Italia ha proposto di girare video danze popolari nei siti storici europei sfruttando la realtà aumentata.
  • un musicista ungherese ha proposto un nuovo inno.
  • decine di artisti hanno inviato bozzetti di nuove bandiere dell’Unione europea e progetti per banconote e monete in euro.
  • Diverse proposte hanno suggerito a Bruxelles di rivedere il suo senso dell’umorismo

E non finisci qui. Koolhas, durante la presentazione, ha spiegato che il progetto “non si concluderà con una sola proposta vincente, ma piuttosto con una serie di idee che potrebbero essere messe in gioco”. “È una grande sfida”, ha detto.