Cassa Forense e gli investimenti. Luciano “Al passo con l’evoluzione”

1524

di Nunzio Luciano

Presidente Cassa Forense e Vice Presidente Vicario AdEPP

Il patrimonio di Cassa Forense oggi si avvicina ai 12 Miliardi di Euro e le strategie di investimento negli ultimi anni si sono fortemente diversificate e sono convinto debbano rivolgersi ad implementare progetti per far crescere il sistema Paese.

Infatti, la gestione degli investimenti di Cassa forense è cambiata e continuerà a subire trasformazioni per essere al passo con un sistema pensionistico in continua evoluzione.

Saranno diverse le risorse economiche utilizzate per pagare le pensioni future, in quanto le prestazioni non verranno più erogate attraverso un sistema a ripartizione, nel quale i giovani avvocati di oggi contribuiscono a versare per i colleghi più anziani. Possiamo prevedere che intorno al 2050 questo sistema non sarà più sostenibile per un disavanzo in termini di entrate contributive che non riusciranno più a coprire le uscite per prestazioni. E’ importante, quindi, per le Casse previdenziali private accantonare un patrimonio e gestirlo soprattutto in maniera adeguata per ottenere un rendimento dello stesso che consentirà nel futuro di mantenere un sistema previdenziale in equilibrio.

Il patrimonio di Cassa Forense è investito per il 50% in strumenti finanziari direttamente collegati al sistema produttivo Italia: gran parte degli investimenti è in Titoli di Stato (3,1 miliardi), vi sono poi le partecipazioni in imprese quotate, pari a poco meno di 1 miliardo di euro, siamo, inoltre, azionisti di Banca d’Italia per 225 milioni”. “Cassa Forense è molto attiva negli investimenti a diretto supporto dell’Economia Reale italiana nei diversi settori Infrastrutturali, nel sostegno allo sviluppo delle PMI e nella promozione di nuove iniziative imprenditoriali”.

A tale proposito, sottolineo che ci sono stati importanti riflessi degli investimenti in termini occupazionali nella gestione di fondi di Venture Capital e Private Equity, laddove si sono registrati, rispettivamente, circa 200 e 1300 nuovi posti. Inoltre, molti degli investimenti in economia reale sono orientati alla crescita dell’Europa e dell’Italia.

Cassa Forense, inoltre, ha deciso di investire nel venture capital 75 milioni di euro in quanto crediamo che da questo tipo di iniziativa possa venire una forte spinta al volano delle innovazioni, sia tecnologiche che scientifiche, che possono spingere l’Europa ad una maggiore competitività.