Newsletter “Professioni in Europa” – Febbraio 2019

804

E’ stato raggiunto l’accordo sulla creazione del “prodotto pensionistico paneuropeo” (PEPP) che offriranno ai cittadini in tutta l’UE una nuova opzione di risparmio che andrà ad integrare gli schemi pensionistici individuali pubblici e aziendali o professionali a livello nazionale. Sempre in ambito finanziario, il Consiglio ha raggiunto un accordo con il Parlamento in merito a nuove legislazioni che mirano alla riduzione dei rischi nel settore bancario dell’Unione, alla semplificazione delle disposizioni applicabili ad alcune categorie di investitori che usano prodotti derivati e alla distribuzione transfrontaliera dei fondi di investimento. Inoltre, il Consiglio ha concordato la sua posizione sulle proposte di riesame del funzionamento dell’attuale Sistema europeo di vigilanza finanziaria.

Ci sono, inoltre, importanti novità anche in ambito societario. Il Consiglio ha concordato nuove norme per facilitare la mobilità transfrontaliera delle imprese, per promuovere l’uso di mezzi digitali nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, per uniformare i contratti di vendita di beni e di fornitura di contenuti digitali e per rendere più prevedibili e trasparenti i contratti di lavoro. È stato, inoltre, trovato un accordo su una legislazione che riduce l’esposizione dei lavoratori a cinque agenti chimici cancerogeni.

In ambito farmaceutico, si riporta uno studio della Commissione europea sugli effetti positivi della concorrenza e della azioni antitrust sulla disponibilità di medicinali economici ed innovativi. Sono state, inoltre, introdotte nuove norme sulle caratteristiche di sicurezza per i medicinali soggetti a prescrizione ed è stato presentato un pacchetto di raccomandazioni della Commissione europea per facilitare l’accesso transfrontaliero ai dati sanitari. Infine, si segnalano due consultazioni pubbliche riguardanti i principi chiave per le informazioni elettroniche sui medicinali e la classificazione dei rischio degli antimicrobici usati sugli animali.

 

In allegato la newsletter completa