Commercialisti…. Sempre più on line

497

 “Un commercialista su tre ha un sito web dedicato allo studio professionale. Uno su cinque ha una pagina social riservata alla promozione dello studio. In generale, solo il 4% del tempo lavorativo dei commercialisti viene dedicato ad attività di marketing” è quanto riportato da Italia Oggi a conclusione del terzo forum dei commercialisti organizzato dal quotidiano.

 “Il 32% degli studi analizzati ha già in essere un sito web – ha affermato Rorato, che è il responsabile dell’osservatorio professionisti e innovazione digitale del Politecnico (si legge nell’articolo) – il 25% è propenso a introdurlo, il 12% non sa cosa sia e il restante 31% non ha interesse a dotarsene. Per quanto riguarda i social, il 22% ha una pagina dedicata, il 20 vuole introdurla, il 16 non conosce lo strumento e ben il 42% non reputa interessante e redditizio aprire un profilo promozionale”.

 Ed ancora scrive il giornalista di Italia Oggi: L’interesse della categoria su questi temi non sembra elevatissimo, almeno secondo la rilevazione dell’Osservatorio su circa 2 mila studi interrogati. Questo nonostante “l’80% dei clienti individua i consulenti professionali guardando il loro sito web – ha spiegato Giovanna Stumpo – Il 59% arriva a conoscerli tramite social network. Il vantaggio di questo ultimo strumento è quello di rendersi facilmente reperibili e poter ascoltare i propri clienti, dando l’idea di mostrarsi accessibili”.

 E l’articolo chiude: L’utilizzo dei dati per profilare la clientela è stato uno degli argomenti cardine delle due tavole. Secondo Marco Cuchel: “la categoria ha a disposizione una mole importante di dati da utilizzare per questo obiettivo, ma bisogna stare attenti alle violazioni al Gdpr. Comunque, siamo noi ad aver digitalizzato il fisco di questo paese. Quindi, come sempre, sapremo sfruttare al meglio anche questa tecnologia”.