Ue. Per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente

151

Il Consiglio europeo ha adottato una serie di conclusioni sulla strategia “Farm to Fork” (dalla fattoria alla tavola) che confermano l’obiettivo generale di garantire cibo sufficiente a costi ragionevoli e un reddito equo con forti forme di sostegno ai produttori, favorendo al contempo al conseguimento del target UE di neutralità climatica entro il 2050.

“La decisione presa all’unanimità – ha sottolineato Julia Klöckner, ministra federale tedesca per l’alimentazione e l’agricoltura – è un segnale cruciale e un chiaro impegno per un settore agroalimentare sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico. Per la prima volta, l’intero sistema alimentare viene preso in considerazione nel suo insieme, dal produttore al consumatore. È un solido punto di partenza e non vediamo l’ora di lavorare insieme nei prossimi anni a un sistema alimentare veramente sostenibile ed equo in Europa, e al di fuori dell’UE”.

Con le Conclusioni il Consiglio chiede che tutte le proposte legislative della nuova strategia siano sottoposte a valutazioni ex ante d’impatto riconosciute a livello scientifico. Il Consiglio invita, inoltre, a proseguire l’opera di promozione dell’uso prudente e responsabile di pesticidi, antimicrobici e fertilizzanti chimici, al fine di produrre cibo in modo sostenibile e allo stesso tempo sostenere l’ambiente. Inoltre, i Ministri interessati chiedono parità di condizioni sui mercati agroalimentari, per la competitività del settore e la compatibilità con le regole dell’OMC.

Nelle conclusioni, inoltre, gli Stati membri riconoscono che il cibo europeo risponde già allo standard globale di sicurezza, valore nutritivo e alta qualità e, quindi, riaffermano l’importanza di promuovere la sostenibilità dei sistemi alimentari a livello globale. Ciò comporterebbe impegni più ambiziosi da parte dei paesi terzi in materia di protezione ambientale, uso di pesticidi e antimicrobici, della salute degli animali.

 

Background

La Commissione ha presentato la Strategia “Farm to Fork” (dalla fattoria alla tavola) a maggio 2020 evidenziando la sua appartenenza al Green Deal europeo che si prefigge l’obiettivo di un “sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente”. La transizione verso questo nuovo sistema alimentare sarà sostenuta dalla riforma della PAC (politica agricola comune).

I ministri hanno già ribadito l’importanza di includere gli obiettivi e i traguardi della strategia nei futuri piani strategici nazionali della PAC attraverso raccomandazioni specifiche per paese. La Commissione ha confermato che le raccomandazioni non sono giuridicamente vincolanti e che terrà conto della loro attuazione al momento di approvare i singoli piani strategici nazionali.

 

Il Green Deal e la Strategia Farm to Fork

Il Green Deal europeo stabilisce come rendere l’Europa il primo continente climaticamente neutro entro il 2050. Delinea una nuova strategia di crescita sostenibile e inclusiva per rilanciare l’economia, migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, prendersi cura della natura ed oltre. La strategia Farm to Fork è al centro del Green Deal. Affronta in modo completo le sfide dei sistemi alimentari sostenibili e riconosce i legami inestricabili tra persone sane (nutrizione corretta), società sane e un pianeta sano. La strategia è anche centrale nell’agenda della Commissione per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite. Tutti i cittadini e gli operatori delle catene del valore, nell’UE e altrove, dovrebbero beneficiare di una transizione giusta, soprattutto all’indomani della pandemia COVID-19 e della recessione economica. Il passaggio a un sistema alimentare sostenibile può portare benefici ambientali, sanitari e sociali, offrire vantaggi economici e garantire che la ripresa dalla crisi avvenga su un percorso sostenibile. Garantire un sostentamento adeguato ai produttori primari (agricoltori, allevatori, etc), i cui redditi appaiono ancora insufficienti, è un elemento essenziale per il successo della ripresa e della transizione.