Eppi. Bignami “Più risorse per la vita dignitosa dell’iscritto”

743

La decisione dei vertici dell’EPPI di distribuire sui montanti previdenziali degli iscritti l’80% della contribuzione integrativa relativa al 2017 – pari a oltre 25,4 milioni di euro – ha ricevuto il via libera dai Ministeri Vigilanti.

“Una nuova tappa è stata raggiunta nel percorso difficile che anni fa abbiamo intrapreso per affermare un sistema previdenziale, che oltre ad essere sostenibile, sia adeguato alle esigenze di una vita dignitosa nel periodo di quiescenza. – commenta il Presidente Valerio Bignami – Dal 2014 ad oggi l’Ente ha operato per aver riconosciute dai Ministeri Vigilanti importanti risorse aggiuntive ai nostri montanti; oggi dobbiamo lavorare affinché vengano preservati nella loro integrità, ambendo sempre e comunque al riconoscimento di una rivalutazione positiva. Per fare questo occorreranno risorse economiche rilevanti, che dovremmo individuare attraverso i risparmi ed una politica d’investimento del patrimonio della cassa prudente ed oculata. Il nostro impegno quindi non si ferma qui”.

Ogni iscritto, attraverso la propria Area Riservata, può già verificare l’avvenuto accredito spettante.

Nel quinquennio dal 2014 al 2019, è stato così raggiunto il positivo risultato di migliorare il futuro assegno pensionistico degli iscritti.

Tra la serie di rivalutazioni dei montanti oltre i tassi di legge da un lato, e la distribuzione sui conti correnti pensionistici degli iscritti di quote del contributo integrativo di anno in anno dichiarato dall’altro, la somma riservata dall’EPPI per concretizzare la migliore pensione del domani per i professionisti periti industriali iscritti, supera oggi i 159 milioni di euro.