Adepp: professionisti siano vaccinati in priorità

1226

Ci sono professionisti che rischiano perfino la destituzione se abbandonano la propria sede di lavoro in caso di pandemia eppure attualmente non hanno alcuna priorità nelle vaccinazioni. Per questo l’Adepp, l’associazione degli enti previdenziali delle categorie ordinistiche chiede che professionisti siano vaccinati subito per Covid-19.

“Stiamo parlando per esempio dei notai che ogni giorno in tutta Italia si recano in ospedali, case di cura, rsa, carceri e che per legge devono espletare la loro funzione anche in caso di malattie contagiose o epidemiche – dice il presidente dell’AdEPP Alberto Oliveti –. Ma più in generale ci riferiamo a tutti i professionisti che con la loro opera assicurano la tutela e la realizzazione di diritti costituzionali.”

“Ricordo che i professionisti iscritti agli ordini e alle Casse di previdenza svolgono funzioni di rilevanza pubblica e sociale. Chiedo quindi al Governo – conclude il presidente dell’AdEPP – che venga individuato per i professionisti un canale preferenziale per la somministrazione del vaccino al pari di altre categorie considerate a rischio”.