Crisi e pandemia. Enpacl sospende i contributi di aprile

122

“In considerazione del protrarsi dell’emergenza epidemiologica e della conseguente crisi economica, il Consiglio di Amministrazione ha stabilito che la rata di aprile della contribuzione obbligatoria 2021 non sarà posta in riscossione” è quanto si legge sul sito dell’Ente di previdenza presieduto da Alessandro Visparelli.

E’ comunque possibile effettuare quelli che vengono definiti “versamenti spontanei in acconto” che costituiscono, chiaramente, un’anticipazioni della contribuzione (soggettivo e integrativo) dovuta per l’anno 2021. ”

Per quest’ultimi, l’Enpacl ha riservato una news a parte dove si legge che “Per evitare di concentrare negli ultimi quattro mesi dell’anno il versamento della contribuzione obbligatoria, è consentito effettuare versamenti spontanei in acconto. In qualsiasi momento e nella misura che “si preferisce”. C’è tempo fino al 20 agosto.

E’ sufficiente entrare nella area riservata dei Servizi on line, selezionare la voce “versamenti spontanei in acconto”.

La modalità di pagamento (PagoPA o F24) può essere scelta di volta in volta in fase di compilazione della richiesta.

Successivamente, quando l’iscritto effettuerà la dichiarazione del volume d’affari e del reddito professionale (entro il 16 settembre 2021), potrà ripartire tra contribuzione soggettiva e integrativa dovuta quanto già versato in acconto.