Il Mattinale AdEPP – Giovedì 1 Aprile 2021

528

PRIME PAGINE
Italia chiusa fino al 2 maggio. Brusaferro: “Così salviamo l’estate” (Repubblica). Il nuovo decreto:
chiusi un altro mese (Giornale). Aprile “blindato”, ma con vie di fuga (Avvenire). Negozi, bar,
viaggi: i divieti di Pasqua (Stampa). Il governo chiude e Salvini insulta Speranza e il Cts (Fatto).
Draghi – scrive il Giornale – sposa il rigore. E dice no a Salvini. Riaperture legate ai vaccini
(Messaggero). Ma per il Fatto i conti di Draghi e Figliuolo non tornano: annunciano 500 dosi al
giorno ad aprile, ma ne avremo la metà. Il Sole: vaccinazioni, il ritardo di tre mesi può bruciare 200  mld di Pil. Italia-Russia. La talpa dei russi (Repubblica). Ufficiale-spia in manette, vendeva segreti a Mosca  (Stampa). Spie, tensione con Mosca (Corriere). “Ha venduto segreti a Mosca”: ufficiale italiano  accende la crisi (Messaggero). Spie e dati rubati, ombre russe sull’Italia (Giornale). Soldi per
segreti: una rete di spie russe alla Difesa (Fatto). La Russia ci spia e fa pure l’offesa (Avvenire).
Italia-Politica. Meloni al Messaggero: “L’Italia potrà rilanciarsi se cresce il Centro”. M5S, oggi
Conte debutta alla guida: dai meet-uo al segretatio, Conte stravolge i 5S (Giornale).
Esteri-Francia. Quattro settimane in rosso. Scuole chiuse tre settimane (Sole).
Esteri-Usa, piano Biden: fondi dalle imposte (Sole). Piano Biden, 2 mila mld per infrastrutture e  altrettanti di maggiori imposte (MF).
ADEPP
Tutela più vicina per i professionisti contagiati dal Covid (Italia Oggi p.31): prende il largo
l’emendamento al decreto Sostegni che mira a permettere ai professionisti che contraggono il
Covid-19 di godere di una «tregua» della durata massima di 45 giorni per curarsi, senza la
«zavorra» degli adempimenti da svolgere. E non arrecando danni alla clientela. E stata, infatti,
presentata ieri pomeriggio, durante una conferenza a palazzo Madama, la correzione.
Dell’emendamento sono state depositate nelle commissioni Bilancio e Finanze due versioni, una senza copertura finanziaria, l’altra con dotazione di 10 milioni, circostanza, questa, che riporta l’attenzione sull’altolà che la Ragioneria generale dello Stato presso il ministero dell’Economia ha dato al disegno di legge 1474: il reale impatto finanziario delle norme è «ben al di sotto di quanto stimato», scandisce il responsabile del Centro studi dell’Adepp Walter Anedda, riferendo dell’appoggio all’iniziativa dell’organismo degli Enti pensionistici e del suo presidente Alberto Oliveti.
Il presidente dell’Empam, Alberto Oliveti, si congratula a nome dell’Ente per il rinnovo del
Comitato centrale della Fnmceo e per la riconferma alla presidenza di Filippo Anelli
(mondoprofessionisti.it). “Ora più che mai, dove l’incertezza rischia di minare il rapporto di fiducia tra i cittadini e i medici e tra i pazienti e la scienza, si sente – dice Oliveti – il bisogno di affidarsi a una guida autorevole e unitaria”.
Bankitalia, effetto tassi sul calo dei profitti, ma al Tesoro maxi-dividendo da 6 mld (Messaggero
p.17). II capitale dell’istituto centrale, che era concentrato in pochi grandi banche pervia delle
fusioni, continua a frazionarsi e ad aprirsi a investitori istituzionali come le casse di previdenza. E  ben venga l’arrivo anche dei fondi negoziali capaci di aumentare il peso del risparmio previdenziale, ha detto il governatore Visco parlando all’assemblea dei soci.
Il presidente della Fondazione Inarcassa, Franco Fietta, interviene sull’emendamento approvato in
Commissione politiche dell’Unione Europea alla Camera in merito al codice degli appalti: “Se
passa la modifica all’art. 46 del codice degli appalti ci ritroveremo gli enti no profit e le fondazioni a partecipare alle gare di affidamento dei servizi di ingegneria e architettura senza alcuna garanzia economica e professionale per la parte pubblica. Così rischiamo di impoverire la nostra professionen– prosegue Fietta – e di favorire una trasformazione degli operatori economici, già oggi abilitati a prestare i servizi di architettura e ingegneria, in enti no profit. E questo avverrà per cogliere una mera opportunità fiscale di vantaggio, con una evidente moltiplicazione dei casi di elusione se non addirittura di evasione fiscale”.

PROFESSIONI SCENARIO
Obbligo vaccinale per medici, infermieri e farmacisti nel decreto approvato ieri dal governo
(Messaggero p.5 e tutti). Il testo del decreto prevede l’obbligo di vaccinazione per tutti «gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie e studi professionali». Per chi rifiuta è previsto lo spostamento a «mansioni, anche inferiori». Se ciò non è possibile, «per il periodo di sospensione non è dovuta retribuzione». La norma non è piaciuta ai medici che si aspettavano qualcosa di più sia sull’obbligo vaccinale