Avere 60 anni e non sentirli

253

di Stefano Distilli*

La Cassa Dottori Commercialisti compie, quest’anno, 60 anni di attività. Una lunga storia, la nostra, percorsa insieme ai nostri iscritti, oggi oltre 73.000, con profonde radici, legata ai cambiamenti culturali e sociali che hanno attraversato il Paese e caratterizzata da una missione che si rinnova ogni giorno, ovvero quella di garantire un sistema previdenziale adeguato, equo, innovativo e sostenibile per una categoria che è al servizio del Paese e del bene comune.

Complesso riassumere in poche righe la storia della Cassa, ma desidero ripercorre con voi le tappe fondamentali di questo percorso condiviso, che ci ha permesso di sostenere la nostra categoria in tutte le fasi della vita professionale.

La Cassa Dottori Commercialisti nasce nel 1963, con la legge n.100/63 che istituisce gli enti pubblici di previdenza per i professionisti. Nel 1994 diviene un ente di diritto privato con autonomia organizzativa, gestionale e contabile (D.Lgs. 509/94), senza aiuti finanziari da parte dello Stato.

A partire dal 2004, abbiamo introdotto il metodo di calcolo contributivo delle prestazioni pensionistiche, in luogo del preesistente metodo retributivo, misurando le pensioni pro quota sui contributi versati.

Dal 2016, abbiamo rafforzato, poi, un percorso mirato a migliorare i servizi a sostegno della categoria, investendo in iniziative di welfare strategico e puntando, oltre che su maggiori tutele assistenziali, anche sullo sviluppo di competenze e opportunità di crescita per gli iscritti e il mondo della professione.

Dal 2017, inoltre, con la serie di convegni sul territorio, “La Cassa incontra gli iscritti”, organizzati in collaborazione con i Delegati territoriali e gli Ordini locali, l’Ente si è avvicinato ancora di più alla categoria, aggiornandola in modo capillare su iniziative, proposte e interventi in atto sul fronte assistenziale e previdenziale, anche attraverso sportelli di consulenza dedicati che, dai risultati di due sondaggi effettuati nel 2018 e nel 2022, risulta un servizio molto apprezzato dagli iscritti.

Negli ultimi 20 anni, abbiamo tracciato, dunque, un percorso virtuoso per assicurare a tutte le generazioni di Associati un futuro più solido sotto il profilo dell’adeguatezza oltre che della sostenibilità attuariale, assumendo allo stesso tempo un ruolo sempre più centrale tra gli investitori istituzionali di lungo termine e andando a ricoprire anche una funzione di indirizzo e motore nel processo di evoluzione verso un modello di sviluppo sostenibile.

La nostra storia racconta il costante impegno nel supporto agli iscritti e ai loro familiari, attraverso la messa in campo di misure sempre più efficaci, volte anche ad accompagnare la categoria nel percorso di crescita professionale con l’auspicio che essa mantenga il proprio dinamismo e la propria capacità di creare valore e continui a rappresentare una leva fondamentale nel rapporto tra cittadini, imprese ed istituzioni.

Raggiungere questi obiettivi, naturalmente, non sarebbe stato possibile senza la vicinanza dei nostri iscritti che hanno percorso insieme a noi questi 60 anni di storia.

* Presidente Cassa Dottori Commercialisti