Cassa Forense. Al via il bando per i giovani avvocati

203

C’è tempo fino al 31 ottobre per presentare la domanda per il bando per l’erogazione di prestiti  (art. 14 lett. a4 Reg. Assistenza), per un importo che va da 5mila a 15 mila euro con rimborsabilità fino a 5 anni, in favore dei giovani avvocati infratrentacinquenni, iscritti alla Cassa. Obiettivo, facilitare l’accesso dei giovani avvocati, nei primi anni di esercizio dell’attività professionale, al mercato del credito, al fine di poter far fronte alle spese di avviamento dello studio professionale.

Fermo restando che la delibera di ammissione è demandata all’insindacabile giudizio della Banca Popolare di Sondrio, l’intervento dell’Ente consiste nell’abbattimento al 100% degli interessi passivi, che verranno versati dalla Cassa all’Istituto di credito, fino ad esaurimento dell’importo stanziato pari a 1milione di euro. L’Ente fornirà, inoltre, per gli iscritti con reddito professionale inferiore ad  10.000 euro, apposita garanzia fideiussoria per l’accesso al credito stesso, fino ad esaurimento dell’importo a tal fine stanziato pari ad 2.500.000 euro.

La richiesta di prestito deve essere inoltrata tramite l’apposita procedura on-line  presente sul sito internet della Cassa (www.cassaforense.it) entro il 31/10/2023.

È possibile consultare il testo integrale dei due bandi nell’apposita area dedicata, nonché sul portale welfare  del sito internet della Cassa.