Inarcassa: il nuovo sito web, porta aperta sul futuro

136

È in linea da oggi il nuovo sito web di Inarcassa. Una porta aperta sul futuro e un punto di riferimento per la previdenza di ingegneri e architetti liberi professionisti, utile a specialisti del settore e semplici navigatori.

È stato realizzato uno strumento innovativo di informazione e interazione, frutto di un intenso lavoro di progettazione e di ricerca. Tre le regole che hanno guidato la creazione dell’interfaccia e la nuova mappatura dei contenuti. La prima è stata quella di rendere l’utente protagonista del sito, creando una navigazione semplice e intuitiva che permetta di trovare velocemente le indicazioni desiderate. A tal fine, oltre alla navigazione classica, il sito offre percorsi ‘su misura’ per tipologia di associato, facilitando l’accesso mirato alla consultazione ed offrendo quindi esperienze personalizzate. La semplicità è stata la seconda regola a guidare il lavoro di progettazione: semplificare i contenuti attraverso l’utilizzo di moduli dedicati one to one e di un’impaginazione equilibrata, con i giusti intervalli tra i molteplici elementi. Terza regola, la flessibilità. Una necessità evidenziata in fase di progetto, che ha spinto a creare un sistema a blocchi componibili che consente di adattare la struttura delle pagine a seconda degli obiettivi di medio e lungo termine.

Non si è trattato dunque di un restyling ma di un importante progetto di reingegnerizzazione del portale, che mira alla definizione di un posizionamento efficace e facilmente trasmissibile, affinché la Cassa possa essere realmente percepita quale soggetto chiave del settore, vicina agli iscritti, ma anche centrale per le istituzioni, grazie alle sue iniziative a supporto dei professionisti.

“Attraverso il nuovo sito – dichiara il presidente Giuseppe Santoro – puntiamo a rafforzare un dialogo sempre più diretto con i nostri associati; un dialogo fondato sulla condivisione di regole e valori di riferimento: sicurezza, tutela, solidità e sostenibilità. Il nuovo sito diventa lo strumento principe per conoscere la realtà di Inarcassa, a garanzia del futuro previdenziale delle nostre categorie”.

 

Roma, 3 maggio 2023