L’Occupazione fa GOL e si tinge di rosa

190

Al 30 aprile 2023 il programma Garanzia di occupabilità dei lavoratori (Gol) ha preso in carico più di 1,1 milioni di beneficiari, oltre la metà è inserita nel percorso 1 – reinserimento lavorativo. Il resto si distribuisce tra il percorso 2 – upskilling (26,2%) e il percorso 3 – reskilling (19,4%), mentre è pari al 3,6% la quota di persone indirizzate al percorso 4 – lavoro e inclusione.

Quanto alle caratteristiche dei beneficiari, nella media nazionale, la componente femminile rappresenta il 55,4% dei presi in carico, quella giovanile è pari al 26,1% e quella più adulta (55+) al 18,0%; gli stranieri sono il 14,6%. Al momento dell’ingresso nel programma il 34,9% dei beneficiari risultata disoccupato da almeno 12 mesi.

La platea del programma è rappresentata prioritariamente da persone in cerca di occupazione soggette alla cosiddetta condizionalità, per le quali cioè il diritto a ricevere un ammortizzatore sociale è condizionato dalla disponibilità ad accettare offerte di lavoro o percorsi di politica attiva, pena la decadenza del sostegno al reddito.

I beneficiari di Gol presi in carico sono infatti per il 55,3% disoccupati che hanno fatto domanda di Naspi o DisColl e per il 23,2% beneficiari di reddito di cittadinanza (di cui il 3,5% sono anche beneficiari di Naspi o DisColl). Il restante 21,5% rientra in altre categorie di disoccupati non soggetti a condizionalità.

Per quanto riguarda gli esiti occupazionali, considerando la platea dei beneficiari presi in carico da almeno 180 giorni rispetto alla data di riferimento della presente nota, il 30,4% di questi risulta occupato (rapporto di lavoro alle dipendenze) a 6 mesi dalla presa in carico, mentre circa il 38% ha avuto nei 180 giorni successivi alla presa in carico almeno un rapporto di lavoro alle dipendenze.

Leggi la nota di monitoraggio Gol n. 4/2023