Voucher Formazione. Via alla seconda edizione

184

Con Decreto n. 9724 del 28 giugno 2023 Regione Lombardia ha approvato l’Avviso pubblico relativo alla seconda edizione della misura di Formazione continua, finanziata dal Fondo Sociale Europeo Plus 2021-2027 (Priorità 1 Occupazione, Obiettivo specifico ESO4.4, Azione d.1).

Il bando è aperto anche ai Liberi Professionisti. (Leggere la sezione Chi può partecipare)

L’Avviso dà attuazione alla DGR n. 394 del 29 maggio 2023, con la quale la Giunta regionale ha stabilito di proseguire nella direzione del finanziamento della formazione dei lavoratori delle imprese lombarde e dei liberi professionisti attraverso la messa a disposizione di voucher aziendali per la fruizione di corsi selezionabili dal Catalogo Regionale di Formazione continua.

 

Le principali novità introdotte sono:

obbligo di cofinanziamento per alcune tipologie di imprese e soggetti beneficiari del voucher, in proporzione alla dimensione aziendale;

obbligo per gli Enti di formazione di rilasciare, oltre all’attestato di partecipazione, l’attestato di competenze per i corsi di durata pari o superiore alle 40 ore e l’attestato per il riconoscimento delle abilità e conoscenze per i corsi di durata pari o superiore alle 30 ore;

ripristino della modalità di presentazione delle offerte formative in partnership con soggetti non accreditati;

introduzione dell’obbligo della registrazione elettronica delle presenze/assenze in capo agli Enti di formazione e obbligo della validazione delle stesse da parte dei partecipanti ai corsi di formazione (si veda in particolare l’Allegato A.9 all’Avviso).

È confermata la gestione della “componente voucher” in capo ad Unioncamere Lombardia, quale Organismo intermedio per le funzioni delegate dall’Autorità di Gestione del PR FSE+ 2021-2027, mentre la “componente catalogo” resta di competenza di Regione Lombardia – DG Istruzione, Formazione, Lavoro.

 

Catalogo regionale di Formazione continua

Il Catalogo è costituito dalle proposte formative già approvate nell’ambito della misura Formazione Continua Fase VI, finanziata dal POR FSE 2014-2020, integrato con le proposte presentate in risposta all’Avviso adottato con il Decreto n. 17595 del 30 novembre 2022, che ha aperto la sesta finestra di presentazione delle offerte formative a partire dalle ore 12:00 del 12 dicembre 2022 alle ore 17:00 del 30 settembre 2024.

A seguito dell’approvazione dell’Avviso per la seconda edizione di Formazione continua, è possibile non solo continuare a presentare offerte formative nell’ambito della sesta finestra, ma è di nuovo consentito proporre corsi di formazione realizzati in partnership con enti non accreditati al sistema regionale ma in possesso della certificazione UNI ISO 9001-2015 (settore EA.37), per un massimo del 40% del totale delle ore di formazione previste e relativi a materie afferenti alle aree di rilevanza strategica del Catalogo:

Internazionalizzazione delle imprese;

Transizione digitale;

Sostenibilità ambientale e Transizione Ecologica;

Benessere organizzativo aziendale (art. 17 quinquies della L.R. n. 30/2015);

Cluster tecnologici lombardi (Agrifood, Aerospazio, Scienza Vita, Ambienti per la vita,

Smart communities, Mobilità, Chimica verde, Energia ambiente edilizia, Fabbrica

intelligente);

Turismo, eventi e territorio;

Competitività delle imprese

 

Possono presentare offerte formative nel Catalogo i seguenti soggetti:

soggetti iscritti alle sezioni A o B dell’Albo regionale degli operatori accreditati per i servizi di istruzione e formazione professionale;

Università legalmente riconosciute con sede legale o operativa in Regione Lombardia ai sensi della L.R. 33/2004 e loro Consorzi;

Fondazioni di Istruzione Tecnica Superiore (ITS), di cui al D.P.C.M. del 25 gennaio 2008, con sede legale e operativa in Regione Lombardia.

Le nuove proposte in partnership, che saranno valutate da un apposito Nucleo di Valutazione, possono essere presentate a partire dalle ore 12 del 6 luglio 2023 e fino alle 17 del 30 settembre 2024.

 

CHI PUO’ PARTECIPARE:

Imprese iscritte e attive alla Camera di Commercio di competenza, incluse le società cooperative;

Imprese familiari, di cui all’art. 230-bis del Codice civile;

Enti del Terzo Settore, iscritti al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in attuazione degli artt. 45 e segg. del Codice del Terzo Settore (D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117), che svolgono attività economica;

Associazioni riconosciute e fondazioni, aventi personalità giuridica e iscritte al Registro Regionale delle persone giuridiche, che svolgono attività economica;

Liberi professionisti. Nel caso esercitino in forma associata, sono tenuti a presentare domanda individuale e non sotto forma di associazione;

Lavoratori autonomi;

Titolari di ditte individuali.

 

Per tutte le informazioni cliccare su Programmazione regionale Fondo Sociale Europeo PLUS 2021-2027 – Formazione Continua – II Edizione (regione.lombardia.it)