CDC. Triplicano le azioni destinate alla professione

172

Dalla formazione per l’acquisizione di nuove competenze al sostegno per l’attività professionale, compreso l’acquisto di nuovi strumenti utili, le azioni di welfare messe in campo dalla Cassa presieduta da Stefano Distilli raddoppiano anzi triplicano.

Per il primo l’Ente ha stanziato 3 milioni di euro mentre per il secondo bando la cifra tocca i 500 mila euro. Infine, 1,5 milioni di euro serviranno per l’erogazione di contributi per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale.

“In questo contesto mutevole in continua evoluzione – aveva sottolineato il Presidente Distilli nella presentazione del reputational report – come Ente di previdenza e assistenza, abbiamo il dovere ed il difficile compito di prevedere, per orientare e sostenere la categoria, compito che richiede quindi strumenti sempre più adeguati ad affrontare tempestivamente i cambiamenti. Quattro le direttrici delle nostre iniziative: formazione specialistica, un tassello fondamentale e strategico per la crescita professionale; conciliazione famiglia-lavoro, un sostegno alla capacità economica delle famiglie, soprattutto con figli; futuro professionale, per ampliare gli strumenti operativi e le capacità di evolvere in un’ottica di multidisciplinarietà, e, infine, maggiori coperture sanitarie, a tutela di tutti gli iscritti e i loro familiari”.

I tre bandi a sostegno della professione e l’ultimo nato in casa CDC, il 4 agosto scorso, che stanzia fino a 1.000 euro per le spese sostenute dall’iscritto per rette di asili nido e scuole dell’infanzia sono l’espressione concreta di quanto annunciato dal Presidente Distilli.

Bando per la formazione e l’acquisizione di nuove competenze (crediti formativi per l’anno 2022):

Stanziamento complessivo: 3 milioni di euro per sostenere gli iscritti nella formazione professionale, favorendo la crescita professionale, l’acquisizione di nuove competenze e supportando gli obblighi di formazione secondo quanto disciplinato dal Regolamento per la formazione professionale continua.

Cosa prevede il bando: erogazione di contributi nei confronti degli iscritti per la frequenza di corsi e attività formative idonei al riconoscimento dei crediti formativi professionali per l’anno 2022. Per avere accesso al contributo è necessario che il costo complessivo sostenuto e documentato per le attività formative sia di importo pari o superiore a € 200, al netto di IVA.

Beneficiari: dottori commercialisti iscritti alla Cassa nell’anno di presentazione della domanda di concorso che hanno avuto per l’anno 2022 il riconoscimento da parte dell’Ordine territoriale dei crediti formativi relativi all’attività formativa per il quale si richiede il contributo.

Il contributo spettante: contributo pari al 50% del costo dell’attività formativa, al netto di IVA. Per coloro che al 31/12/2021 hanno un’età anagrafica inferiore a 35 anni l’importo del contributo è pari al 100% del costo dell’attività formativa al netto di IVA.

A seguito di alcune richieste di chiarimento, si precisa che saranno ritenute ammissibili anche le spese relative a corsi e attività formative fruiti in forma di abbonamento o a costi forfettizzati, purché comprendano anche le materie previste dal bando.

Il contributo erogato non può essere superiore a € 1.000 per ogni richiedente.

Modalità e termini di presentazione della domanda: la domanda dovrà essere presentata esclusivamente utilizzando il servizio online CFC disponibile a partire dal 16/01/2023 ed entro il 30/09/2023.

 

2. Bando per supporto all’attività professionali nelle fasi di aggregazione

Stanziamento complessivo500mila euro per l’erogazione di contributi assistenziali per la costituzione di aggregazioni tra professionisti.

Cosa prevede il bando: erogazione di contributi per la costituzione nell’anno 2023 di studi associati o STP per lo svolgimento dell’attività professionale in forma aggregata, o di una rete tra professionisti.

Beneficiari: la platea dei destinatari dei contributi sono i Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa al 31/12/2023 non titolari di pensione diretta della Cassa (anche pensionati in regime di totalizzazione e cumulo), ad eccezione dei pensionati di invalidità in attività, che rispettino livelli reddituali parametrati a seconda del numero di componenti il nucleo familiare, così come previsto dal bando.

Il contributo spettante:

  • Per Studio Associato/STP il contributo spettante è pari a € 3.500 per singolo richiedente, che sarà proporzionalmente ridotto qualora la somma dei contributi spettanti ai soci del medesimo Studio Associato/STP ecceda il limite massimo di € 28.000, importo massimo complessivamente erogabile.
  • Per RTP. Il contributo spettante è pari a € 1.500 per singolo richiedente, che sarà proporzionalmente ridotto qualora la somma dei contributi spettanti ai Dottori Commercialisti appartenenti alla medesima RTP ecceda il limite massimo di € 12.000, importo massimo complessivamente erogabile.

Modalità e termini di presentazione della domanda: la domanda deve essere presentata esclusivamente utilizzando il servizio online AGP disponibile dal 01/12/2023 ed entro il termine del 15/03/2024.

 

3. Bando per l’acquisto o leasing finanziario di beni e/o servizi strumentali

Stanziamento complessivo1,5 milioni di euro per l’erogazione di contributi per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale, in forma singola e/o associata (Studi Associati/STP), a favore di Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa.

Cosa prevede il bando: erogazione di contributi nei confronti degli iscritti che sostengono spese per l’acquisto, anche tramite leasing finanziario, di beni e/o servizi, per lo svolgimento dell’attività professionale. Non saranno oggetto di contributi gli eventuali oneri finanziari sostenuti per l’acquisizione del bene.
Sono considerati beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale:

  • hardware;
  • licenze/abbonamenti software incluse quelle per la conservazione, gestione e protezione dei dati;
  • mobili da ufficio;
  • prestazione di servizi per cybersecurity;
  • licenze/abbonamenti per l’utilizzo di piattaforme per video conferenze;
  • prestazione di servizi per rilascio certificazione di qualità;
  • prestazione di servizi, software, licenze finalizzati allo sviluppo di servizi di consulenza, pianificazione;
  • misurazione, rendicontazione di sostenibilità / ESG;
  • attrezzature innovative e infrastrutture telematiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento e le consulenze specializzate per l’attivazione e l’utilizzo.

Beneficiari: Dottori Commercialisti iscritti alla Cassa al 31/12/2023 che nell’anno 2023 godono dell’agevolazione contributiva di cui all’art. 8, commi 5 e 6, del Regolamento Unitario.

Il contributo spettante: viene erogato un contributo pari al 50% delle spese documentate sostenute nell’anno 2023 (al netto dell’IVA).
In caso di spese riferibili a Studi Associati/STP, il limite del 50% è imputato al singolo richiedente in proporzione alla sua percentuale di partecipazione agli utili rilevata dalla dichiarazione dei redditi 2023 (produzione 2022). Il contributo riconoscibile non può, comunque, eccedere l’importo di € 5.000 per singolo richiedente.

Il costo complessivo sostenuto e documentato per l’acquisto/leasing finanziario di beni e/o servizi funzionali allo svolgimento dell’attività professionale di cui si richiede il contributo deve essere di importo pari o superiore a € 400 (al netto dell’IVA).

Modalità e termini di presentazione della domanda: dovrà essere presentata esclusivamente utilizzando il servizio online CABdisponibile a partire dal 01/12/2023 ed entro il termine del 15/03/2024.