Conferenza di alto livello sull’Europa sociale: impegno rinnovato per i diritti

42

Nella suggestiva cornice di La Hulpe, in Belgio, si è tenuta la scorsa settimana la Conferenza di alto livello sul Pilastro europeo dei diritti sociali. L’evento ha visto la partecipazione di istituzioni, parti sociali ed esperti fortemente determinati ad affrontare le sfide sociali ed economiche con rinnovato impegno, mantenendo viva l’essenza del “modello sociale europeo”.

Partecipanti provenienti da tutta Europa hanno condiviso la volontà di promuovere progresso sociale ed economico, puntando sull’incremento di competitività e produttività unitamente alle pari opportunità, come ribadito nell’intervento di Mario Draghi già presidente della BCE e incaricato dalla Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, di produrre un rapporto sulla competitività dell’Unione europea entro il mese di maggio 2024.

Gli obiettivi rinnovati a La Hulpe sono chiari: creare più posti di lavoro di qualità, garantire condizioni lavorative eque, e ridurre la povertà e le disuguaglianze, perseguendo al contempo una transizione equa verso la neutralità climatica.

La Dichiarazione sul futuro del Pilastro europeo dei diritti sociali ha rappresentato il cuore pulsante di questo incontro, sottolineando l’importanza di continuare ad attuare il Pilastro e di rafforzarne le dimensioni occupazionali e sociali. Ci si è soffermati su aree di possibile azione futura, ribadendo il ruolo centrale dei principi prioritari del Pilastro quale guida per le politiche nazionali e dell’UE in materia di occupazione e sociale.

Tra gli esiti chiave della conferenza: il Pilastro continuerà a guidare azioni a livello nazionale ed europeo per affrontare le sfide occupazionali, sulle competenze e sui diritti sociali, promuovendo al contempo la convergenza verso l’alto delle condizioni di lavoro e di vita in tutta l’Unione.

I partecipanti hanno accolto con favore la proposta della Commissione di rivedere e aggiornare il Piano d’azione del Pilastro sociale nel 2025 al fine di individuare e attuare ulteriori misure finalizzate a raggiungere entro il 2030 gli obiettivi per l’occupazione, le competenze e la riduzione della povertà già fissati due anni fa, a livello dell’UE e dei singoli stati membri.

É stato sottolineato il ruolo cruciale del partenariato sociale e del dialogo collettivo e riconosciuta l’importanza del coinvolgimento della società civile nella lotta all’esclusione sociale e alle disuguaglianze.

Questo evento, organizzato dalla Presidenza belga del Consiglio dell’UE, ha visto la partecipazione di illustri personalità europee, tra cui la Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, il Primo Ministro belga, Alexander De Croo, e la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

L’Europa si impegna a mantenere vivo l’ideale dei diritti sociali, ribadendo la centralità del Pilastro europeo come faro guida per un futuro equo e inclusivo per tutti i cittadini europei.

 

Per maggiori info e documentazione consultare il link