11 Marzo 2015

Welfare. Inpgi e la storia continua......

"Unicum, così si potrebbe definire il ruolo dell'Istituto nel Sistema che ancora oggi resta tale". L'intervista al Presidente Andrea Camporese racconta di un mondo che ha oltre 100 anni di storia sulle spalle, che oggi fa i conti con un mercato che definire in crisi sembra quasi riduttivo. "La trasformazione e il percorso di riforma è talmente ampio e inarrestabile che va oltre la parola stessa - sottolinea Camporese - Non credo che torneremo ad avere il lavoro dipendente come elemento sostanziale e modello unico del lavoro giornalistico". Ed infatti i numeri parlano da soli. Su 60mila iscritti più della metà afferiscono alla gestione separata. Ma il Presidente si dice cautamente ottimista. "Abbiamo qualche elemento positivo, gli incentivi messi in campo con il fondo per l'editoria della Presidenza del Consiglio ha prodotto oltre 200 nuovi contratti di lavoro, quasi tutti a tempo indeterminato. La speranza è che l'unione tra un ciclo economico che ricomincia a crescere seppur in modo lieve, gli sgravi contributivi messi in campo e la possibilità da parte delle aziende di riprendere un ragionamento su un prodotto incentrato sull'innovazione, porti ad una stimolazione del mercato".

Intanto l'Inpgi continua il suo cammino verso una nuova idea di welfare . "Che questi strumenti siano preziosi è indubbio, che debba rimanere una copertura sociale altrettanto, c'è uno squilibrio economico, serve una riflessione complicata. L'idea è che si debba rendere massivamente efficiente ciò che si spende". E il Presidente Camporese conclude richiamando alla positività delle contaminazioni "I mondi a parte sono destinati a morire bisogna invece ricevere le contaminazioni di una società che cambia, interpretarle e farle proprie nel modo più corretto e più solidale possibile".

 

Continua a leggere

Ultime notizie

La comunicazione Adepp raddoppia e cambia. Al via una nuova newsletter

Si occuperà di bandi e non solo la nuova nata che si chiamerà "Newsletter Europa-Italia". Nel frattempo anche la Newsletter Comunicazione si trasforma e da l'avvio a due nuove rubriche: Una finestra sul Palazzo e Occhio ai dati!.

Pos, arrivano le sanzioni per i professionisti. La proposta in Senato

500 euro nel caso in cui la violazione venga constatata dalla Guardia di Finanza ma può arrivare fino a 1.500 euro. Prevista anche la sospensione dell'attività per chi non si adegua.

Bankitalia in audizione alla Commissione bicamerale di controllo

Casse, Fondi, Sgr e governance: questi i temi affrontati da Luca Zucchelli che  ha presentato una relazione elaborata da Palazzo Kock contenente alcuni dati sui fondi immobiliari: "Risorse in 71 fondi, tutti riservati a investitori qualificati, per un patrimonio di quasi 10mld di euro".



Il Lavoro si rivoluziona...o almeno ci prova.  Addio ad alcune forme di contratto


Il nuovo studio sui liberi professionisti  della Camera di commercio di Milano

Una finestra aperta sugli Enti Privatizzati e Privati associati all'AdEPP
---