20 Maggio 2015

Le Professioni Intellettuali in Toscana

Un Manifesto per ribadire che per il Paese "sono una risorsa e per richiamare l'attenzione su un mondo verso il quale spesso si nutrono dei pregiudizi" e l'assessore al lavoro fa bingo, raccogliendo pareri favorevoli e ringraziamenti da chi, come sottolinea Simoncini durante la nostra intervista "ha un reddito medio inferiore a 20mila euro all'anno".

Dati poco confortanti anche perché la presenza media di professionisti in Toscana è la più alta, 39 ogni mille abitanti. "Un capitale umano qualificato in grado di apportare un prezioso contributo in ogni ambito e quindi anche nella gestione della res publica".

E proprio al Pubblico anzi al Governo centrale arriva la richiesta di tavoli istituzionali di confronto per dare "piena dignità e pari rappresentanza" e alla domanda se sia possibile un agire comune, coordinato, visto che molte Regioni si stanno muovendo in piena autonomia nell'aprire ai liberi professionisti i finanziamenti fino ad ora destinati solo alle Piccole e Medie imprese,  Simoncini risponde: "Ritengo che il soggetto più accreditato a portare avanti questo discorso sia il Governo centrale tramite l'Agenzia territoriale per la coesione. Sarebbe importante che arrivassero degli imput precisi e condivisi rispetto all'equiparazione tra Pmi e liberi professionisti così come definito nell'Action Plan del Vicepresidente della Commissione Europea Tajani".

Nel frattempo la Toscana va avanti, forte della propria storia, avendo però ben chiaro tutti i limiti, compresi quelli insiti nella Garanzia giovani. "Non abbiamo mai avuto la presunzione - sottolinea l'Assessore - che il programma potesse risolvere l'annoso problema della disoccupazione giovanile, è un'opportunità che per la Toscana si è andata ad aggiungere  ed a integrare con il progetto più ampio Giovanisì. Servono però politiche industriali che facciano ripartire l'economia e l'occupazione". Come nelle migliori tradizioni.

 

Continua a leggere

Ultime notizie

Lombardia. Arrivano i bandi strutturali aperti anche ai liberi professionisti.

"Soddisfazione arriva dal Direttore della programmazione comunitaria della Regione, Maria Pia Redaelli: "I lavoratori autonomi potranno usufruire delle stesse modalità ed opportunità riservate fino ad ora alle PMI". Una linea di intervento che, piano piano, sta coinvolgendo sempre più amministrazioni locali convinte del peso economico, sociale ed occupazionale patrimonio dei liberi professionisti. .

Continua a leggere

Mentre l'innovazione non parla italiano, c'è chi punta sui giovani e sulla Generazione Y.

Piemonte, Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna sono le realtà che hanno passato l'esame della Commissione Europea. E' quanto risulta dal Regional Innovation Scoreboard 2014 che punta il dito contro lo scarso utilizzo dei fondi Ue a sostegno proprio dell'innovazione. Per fortuna che c'è Mymillenium il concorso che nasce proprio con l'obiettivo di valorizzare le eccellenze in termini di creatività e innovazione. Destinatari i giovani nati tra gli anni Ottanta e i primi Anni Duemila.

Continua a leggere

 



Quando tutto è Better...dalla trasparenza alla qualità della vita senza dimenticare le Call .


In arrivo il Decreto sul diritto alla genitorialità anche per i lavoratori autonomi.

Molise e Lazio fanno il Bis...ma l'Abruzzo non resta indietro con i suoi voucher.
---