Inarcassa e welfare. Santoro “Attenzione su sicurezza sociale e sviluppo della professione”

425

 

“Un adeguato tenore di vita non si misura solo nell’importo della pensione percepita – dichiara il Presidente di Inarcassa Giuseppe Santoroma è la risultanza del grado di tutela che l’integrazione degli interventi di welfare riesce ad assicurare. Sicurezza sociale e sviluppo della professione sono da tempo all’attenzione di Inarcassa, che nel corso degli anni ha affiancato all’attività previdenziale un’importante attività di welfare con un ampio ventaglio di iniziative. Si tratta di servizi ai quali gli associati in regola possono accedere anche con un’anzianità minima.”

E la quota stanziata da Inarcassa per il welfare integrato tocca i 90 milioni di euro che diventano 100 con le agevolazioni contributive previste per i giovani. Andiamo a scorrere, uno ad uno, le tutele previste dalla Cassa di previdenza ed assistenza degli ingegneri e degli architetti

TUTELE SOCIALI

  • Indennità di Paternità: in vigore dal 1° gennaio 2018, viene erogata agli architetti e agli ingegneri iscritti a Inarcassa, per il periodo in cui la madre non abbia diritto ad analoga indennità. La tutela concepita da Inarcassa è più ampia di quella prevista dal DL n. 80/2015, in quanto riconosce all’iscritto un’indennità anche quando la madre non sia una libera professionista o una lavoratrice, per il periodo in cui essa non ne abbia diritto, per i tre mesi successivi all’ingresso del bambino in famiglia.
  • Indennità per inabilità temporanea: erogate in caso di incapacità assoluta, superiore ai 40 giorni, a svolgere la propria attività professionale per infortunio o malattia.
  • Sussidi: per stati di particolare disagio economico dovuto a eventi di natura straordinaria, casi fortuiti o di forza maggiore; malattia o infortunio che non diano diritto ad altre prestazioni.
  • Indennità ai figli con disabilità: assegno mensile erogato per l’assistenza di figli riconosciuti disabili a norma della Legge n.104, estesa anche alle disabilità non gravi.
  • Reversibilità totale delle pensioni di invalidità e inabilità ai figli con gravi disabilità se nel nucleo familiare sono presenti figli con grave disabilità, essi hanno diritto al 100% della pensione percepita dal deceduto.
  • Contributi per calamità naturali: provvidenze o prestiti senza interessi per danni subiti in caso di calamità naturali, riconosciute con apposite ordinanze governative o provvedimenti equivalenti.
  • Pensione minima: mantenuta anche nel metodo contributivo, vincolata a precisi parametri quali la prova dei mezzi e al bisogno effettivo.
  • Indennità di Maternità: per il periodo della gravidanza e puerperio (2 mesi prima e 3 mesi successivi al parto). L’indennità spetta anche in caso di adozione o preadozione e in caso di interruzione spontanea o volontaria di gravidanza e ora viene liquidata in acconto al verificarsi dell’evento tutelato anziché tre mesi dopo.

 

TUTELA SANITARIA

  • Assistenza sanitaria: Inarcassa garantisce automaticamente a tutti gli iscritti e ai pensionati iscritti in regola con gli adempimenti contributivi, la polizza “Grandi Interventi Chirurgici e Gravi Eventi Morbosi”, arricchita – nel nuovo contratto quadriennale 2018-2021 – con nuove interessanti garanzie, che vanno a coprire alcuni bisogni specifici molto avvertiti dagli associati, come ad esempio la protezione degli eventi infortunistici. È inoltre attiva un’ulteriore polizza ‘integrativa’, alla quale gli iscritti possono aderire facoltativamente con oneri a proprio carico.

 

SOSTEGNO ALLA PROFESSIONE

  • Agevolazioni contributive ai giovani under 35, che per i primi 5 anni di iscrizione versano contributi minimi ridotti a un terzo e aliquota soggettiva ridotta al 50%, per consentire loro di poter destinare maggiori risorse all’attività di studio e accredito figurativo dell’anzianità assicurativa intera per gli anni a contribuzione ridotta, a carico di Inarcassa. La minore contribuzione che non viene versata dagli iscritti, di conseguenza, non è inclusa nelle entrate contributive dei bilanci.
  • Prestiti d’onore per i giovani e le professioniste madri di figli in età prescolare o scolare: finanziamenti agevolati fino a 15.000 euro, su cui Inarcassa prende in carico il 100% degli interessi. Dal 1° aprile, sarà disponibile il bando 2018.
  • Finanziamenti On Line Agevolati: finalizzati all’allestimento o al potenziamento dello studio e allo svolgimento d’incarichi professionali (fino a 30.000 euro). L’abbattimento in conto interessi a carico di Inarcassa è del 3%. Dal 1° aprile, sarà disponibile il bando 2018.
  • Rc Professionale: convenzione per la sottoscrizione della Polizza Rischio Professionale per gli ingegneri e architetti liberi professionisti, studi associati e società, con particolari facilitazioni per i giovani under 35 anni. La convenzione, valida per il triennio 2016-2018, offre diversi miglioramenti economici e normativi come premi ulteriormente ridotti, garanzie aggiuntive gratuite e ulteriori specifiche coperture.
  • Fondazione” per la promozione, sviluppo e sostegno dei liberi professionisti.

 

ACCESSO AL CREDITO

  • Mutui fiduciari edilizi a tassi agevolati: per acquisto, costruzione, ristrutturazione di unità immobiliari per prima abitazione o studio professionale.
  • Servizi finanziari in convezione con la banca tesoriera: finanziamenti a tassi agevolati per attività professionale o per il pagamento dei contributi previdenziali; Carta di credito convenzionata e condizioni agevolate di conto corrente, sia tradizionale che on line.