Housing sociale eco sostenibile? Si può

1492

“L’ Housing sociale è una forma di investimento in cui la ricerca di redditività accompagna la funzione di welfare che è propria degli enti di previdenza. Mi auguro che anche alcuni giovani colleghi possano trovare in questa opportunità una soluzione alla propria problematica abitativa”, così il Presidente Walter Anedda dopo l’annuncio apparso sui media, nei giorni scorsi, della fase 2 del progetto di riqualificazione di Cascina Merlata a Milano.

Un progetto nato nel 2016 che vede la partecipazione tra vari soggetti investitori, anche la Cassa dei Dottori commercialisti e il Fondo Crono composto dalla Cassa dei Ragionieri, dei Periti commerciali e dei Biologi.

“La ratio dell’investimento nel Fondo – spiegano da Enpab – fu quella di impiegare la liquidità in uno strumento in grado, da un lato, di generare flussi di cassa e rendimenti stabili e costanti nel tempo, dall’altro, di mirare alla protezione del capitale in un orizzonte temporale di lungo termine. Pertanto si optò per la sottoscrizione del Fondo che presentava come strategia di gestione l’acquisizione di asset ad uso direzionale e high street già a reddito con tenant di elevato standing”.

Le due torri, pronte per la vendita a fine 2020, saranno in vendita in regime di social housing a 2.180 euro al metro quadro. “Gli affitti devono tornare ad essere parte integrante dell’economia immobiliare in un momento come questo – ha spiegato durante il lancio della fase 2 del progetto l’’assessore milanese alla Casa, Gabriele Rabaiotti. – un progetto come questo mostra visione di insieme anche dal punto di vista della riqualificazione”.

Ma non solo. Gli appartamenti sono tutti dotati di teleriscaldamento e raffrescamento geotermico a pavimento, di ventilazione meccanica controllata, fotovoltaico e emissioni zero come tutto il quartiere nel quale non entra il gas. Dal punto di vista impiantistico ed energetico sono qualificati in classe A con raffrescamento e riscaldamento a pannelli radianti.

Cascina Merlata Social Housing: ieri e oggi

L’intervento del Fondo Housing Sociale Cascina Merlata è stato inaugurato nel febbraio 2015, come casa delle delegazioni di Expo (5.000 ospiti in 11 mesi). Al termine della manifestazione internazionale, il 31 dicembre 2015, gli alloggi esistenti nelle 7 torri sono stati ristrutturati e collocati sul mercato immobiliare con una formula innovativa e con la creazione del Social Village, che ha rappresentato il cuore della prima fase dell’intervento: 170 alloggi in vendita a 2.180 euro al mq, 98 in affitto ad 65 euroal mq/anno e 129 con la formula del patto di futura vendita ed un riscatto del 70% della locazione, per un totale di 397 alloggi.

La seconda fase dell’intervento prevede la costruzione di 4 nuove torri, suddivise in due lotti, per altri 300 appartamenti. Il progetto, una volta ultimato, conterà complessivi 697 appartamenti in 11 torri. Il lotto R11, costituendo di fatto condominio a sé, sarà destinato alla vendita e per la prima volta in un intervento di housing sociale sarà data la possibilità agli acquirenti di effettuare scelte di capitolato. I cantieri sono partiti a inizio 2019 e la conclusione dei lavori è prevista per fine 2020.

Requisiti di accesso a Cascina Merlata HS

Per potere accedere all’acquisto è necessario vivere, lavorare o studiare a Milano, non superare il reddito complessivo per il nucleo familiare di 93mila euro e non essere già proprietari di casa sul territorio nazionale.