Covid -19. Parte la raccolta delle best pratics

83

L’emergenza COVID-19 ci impone il distanziamento, il sostegno alle persone più fragili richiede vicinanza, in che modo i servizi si stanno riorganizzando per far fronte ai nuovi e molteplici bisogni delle persone, soprattutto quelle più fragili? È la domanda che si è posto anche  il Ministero del lavoro ragionando sul post emergenza Covid tanto da mettere in campo una sorta di ricognizione delle best pratics.

La Direzione Generale per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale, infatti, sta promuovendo, insieme all’ANCI e con il supporto della Banca Mondiale, una raccolta di esperienze e buone pratiche introdotte o potenziate dai servizi, in primis i servizi sociali, durante l’emergenza COVID-19.

L’obiettivo è raccogliere le tante iniziative promosse da Ambiti, Comuni e Regioni in favore delle famiglie più vulnerabili, per poi sistematizzarle in una raccolta aperta, da mettere a disposizione di tutti affinché possa fornire spunti utili per nuove modalità di lavoro in condizioni emergenziali e allo stesso tempo incentivare una riflessione pragmatica su nuove modalità di intervento che, ove possibile, possano entrare nella programmazione e nella erogazione dei servizi territoriali.

Una prima raccolta sarà realizzata con i questionari compilati entro il 15 maggio e verrà resa nota nei giorni a seguire ma il progetto andrà avanti per tutta la durata dell’emergenza..