Anedda, CNPADC “Necessario cambio di paradigma nelle attività di una Cassa”

484

“Il welfare è destinato ad avere sempre più peso sulle attività degli Enti previdenziali e non solo nel senso di investimenti in iniziative di assistenza che possano intervenire a sostegno degli iscritti in situazioni di difficoltà, ma anche e soprattutto in termini strategici per supportare la crescita professionale dei colleghi, garantendo loro allo stesso tempo un adeguato risparmio previdenziale”.

“Come Cassa abbiamo scelto da tempo di investire su strumenti concreti per favorire il percorso professionale dei nostri iscritti, come il bando per contributi all’acquisto di beni strumentali che, lanciato nel mese di gennaio e successivamente esteso e utilizzato anche in chiave smart working, ha registrato oltre 1.600 richieste”.

Continueremo a farlo, nella convinzione che sia sempre più necessario un cambio di paradigma nella gestione delle attività di una Cassa che non può più limitarsi ad essere un Ente erogatore di pensioni, ma deve necessariamente puntare a offrire servizi in grado di facilitare il percorso professionale degli iscritti, puntando sull’unico strumento che possa garantire loro un orizzonte pensionistico sereno: il lavoro”.