Enasarco. Costa “Conoscere la nostra storia”

140

“La Fondazione Enasarco ha ormai compiuto e superato gli 80 anni. Conoscere la sua storia significa confrontarsi anche con la storia del nostro Paese e soprattutto con una categoria di professionisti, quella degli agenti e dei rappresentanti di commercio, che ha superato eventi bellici e profonde trasformazioni sociali, economiche e culturali che hanno contraddistinto il contesto nazionale ed europeo fino ai giorni nostri” così il Presidente Gianroberto Costa presentando le due pubblicazioni “80 anni. Storia di Enasarco” e “Il Libro Bianco della Fondazione Enasarco”.

80 anni. Storia di Enasarco è un volume – spiega il Presidente – parte di un progetto editoriale più ampio, che abbiamo fortemente voluto per raccontare la nascita, lo sviluppo e i cambiamenti dell’Ente e la sua stretta correlazione, dal 1938 a oggi, con i fattori di crescita e di crisi nei principali settori della produzione, del commercio, degli investimenti, dei consumi delle famiglie italiane”.

“La capacità innovativa delle imprese, da un lato, la competenza di cui dispongono gli agenti, i rappresentanti e i consulenti finanziari, dall’altro, hanno storicamente contraddistinto, attraverso l’opera di intermediazione e promozione dei prodotti e dei servizi, un modello commerciale unico in Europa. Ancora oggi periodi di crescita si alternano a momenti di crisi, ma l’etimologia di questa parola contiene in sé la necessità di operare delle scelte e la capacità di discernere le stesse con una visione prospettica. Proprio lungo la linea evolutiva del sistema Paese si svolge la storia di Enasarco, un Ente che intende condividere con tale sistema difficoltà e opportunità che si presenteranno a chi dovrà costruire il futuro, che necessariamente segue la storia di ognuno dei protagonisti, passati, presenti e che verranno”

Il Libro Bianco della Fondazione Enasarco” è stato realizzato dalla società di consulenza PricewaterhouseCoopers e sintetizza le attività strategiche e i principali progetti portati avanti dalla Fondazione nel quadriennio 2016-2019”.

“L’obiettivo prefissato da Enasarco, in questi anni, è stato quello di intraprendere un percorso atto a efficientare e ottimizzare l’Ente – sottolinea il Presidente Costa –  avendo come fine primario la massima trasparenza e un più proficuo coinvolgimento degli iscritti e delle imprese preponenti. Ne sono un esempio: l’implementazione della presenza sui canali social, della newsletter e dell’App che rispondono all’esigenza di creare un filo comunicativo diretto e costruttivo; la ricerca di investimenti in grado di avere impatti positivi sull’economia reale del Paese e il profondo lavoro operato sul portafoglio dell’Ente; nonché l’avvio di un intenso processo di digitalizzazione a ogni livello. Si tratta di interventi e progetti che rappresentano una fase del percorso evolutivo della Fondazione Enasarco nei suoi 80 anni di storia, volti a creare un Ente a misura d’agente, che consenta agli iscritti presenti e futuri di riconoscersi come categoria, in assenza di ordini o albi che invece caratterizzano le altre professioni”.

“Indubbiamente, la rapida evoluzione sociale ed economica di un contesto lavorativo sempre più globalizzato non impone solo nuovi approcci alla Fondazione, in termini tecnologici, previdenziali e assistenziali, ma comporta anche nuove sfide, per assicurare una tutela sociale a nuove figure del mondo dell’intermediazione. Anche questa, come si apprezzerà nel prosieguo – conclude Costa –  è stata un’analisi di forte interesse per il governo della Fondazione in questo quadriennio, al fine di acquisire consapevolezze e strutturare prospettive per l’intermediazione e la reintermediazione del mondo dell’agenzia, della rappresentanza e della consulenza finanziaria”.

 

I volumi sono disponibili, in formato PDF, nella gallery in calce alla pagina.