Il Mattinale AdEPP – Giovedì 11 marzo 2021

588

PRIME PAGINE

Vaccinazioni nelle aziende (Corriere). Ministri divisi sulle chiusure. Nuovi parametri, a Pasqua si va in lockdown. Arrivano i vaccini (Giornale). Iniezioni anche in azienda e dal dentista, mezzo milione di dosi Pfizer in più. Prime prenotazioni, lunedì si parte. L’Italia chiude da lunedì (Messaggero). Domani il decreto sui nuovi parametri: sarà più facile passare in zona rossa o arancione. Pasticcio vaccini: 34mln di dosi finite fuori dall’Europa. Vaccini a chi non li merita (Libero). Avvocati bloccano la profilassi dei giudici in Sardegna, in 220 a Milano usano codici ospedalieri per avere iniezioni. Invece di chiudere, curate (Verità). Finiamo di nuovo agli arresti domiciliari perché Speranza&C. Sono sempre in ritardo su tutto. Pasqua chiusi in casa (Repubblica). Verso il lockdown per 30 milioni di persone, zona rossa per tutti nel weekend festivo.

Economia. Dipendenti pubblici, più 107 euro al mese. Cingolani: 80 miliardi per la svolta verde (Stampa).

 

ADEPP

Cassa geometri ha appena siglato una convenzione con la Banca Popolare di Sondrio per favorire un più ampio coinvolgimento dei professionisti nelle procedure di cessione dei crediti d’imposta (Sole p.27). Geometri e loro committenti potranno quindi ottenere condizioni agevolate per la cessione dei crediti d’imposta: «Vogliamo valorizzare l’opportunità offerta dal dl Rilancio, agevolando il migliore utilizzo possibile del superbonus», sottolinea il presidente della Cassa, Diego Buono, «grazie a questa convenzione i geometri italiani possono consolidare il proprio ruolo strategico nella filiera delle costruzioni». Dal canto suo, la Popolare di Sondrio metterà a disposizione una piattaforma tecnologica a supporto della gestione del processo di cessione credito e un supporto di help-desk professionale dedicato.

 

PROFESSIONI SCENARIO

L’Ordine dei Medici chiede che il Piemonte diventi subito zona rossa, dato che le statistiche continuano a peggiorare e l’occupazione degli ospedali ha superato le soglie di guardia sia in terapia intensiva (36%) sia negli altri reparti (42). Il presidente dell’Ordine dei Medici di Torino, Guido Giustetto: «L’incidenza delle persone positive, che al 7 marzo era di 277 ogni 100 nula abitanti potrebbe raddoppiare entro le prossime due settimane. È demenziale che il governo assuma decisioni sulla base di rilevazioni risalenti a 10 giorni prima, utilizzando un sistema farraginoso che non tiene conto di tutti i dati già a disposizione e delle proiezioni possibili. Intervenire quando la situazione è ormai fuori controllo non serve» (Stampa p.2).

Anche gli odontoiatri italiani potranno somministrare i vaccini anti-Covid e dare un contributo concreto nella lotta al virus: il via libera dal ministero della Salute nel corso dell’incontro con Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, e con Raffaele Iandolo,  presidente della Commissione albo odontoiatri nazionale. A darne notizia è la stessa Fnomceo (Gazzetta del Mezzogiorno p.4).