Notariato. Le tematiche previdenziali al centro della formazione

286

Tematiche previdenziali nella giurisprudenza delle Corti” è il titolo del primo convegno organizzato dalla Fondazione Italiana del Notariato e dalla Cassa Nazionale del Notariato per rafforzare la cultura di categoria in argomento. Un evento accreditato nell’ambito della formazione permanente dei notai, registrato il 9 luglio scorso nei locali della Cassa Nazionale del Notariato e disponibile online sulla piattaforma e-learning della Fondazione fino al 31 dicembre 2021.

Gli interessati potranno, in ogni momento, iscriversi e assistere alla tavola rotonda “Attualità delle tematiche previdenziali: la Cassa Nazionale del Notariato tra normativa vigente e principi solidaristici nella prospettiva europea alla quale hanno partecipato Stefano Amore (Magistrato Assistente di studio presso la Corte Costituzionale), Roberto Barone (già componente del Consiglio di Amministrazione della Cassa Nazionale del Notariato), Gabriele Di Maio (Consigliere presso la Sezione Lavoro della Corte d’Appello di Salerno), Giulia Fabbrocini (Notaio in Corato e Consigliere di amministrazione della Cassa Nazionale del Notariato), Concetta Ferrari (Direttore Generale per le Politiche previdenziali e assicurative del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali), Stefano Fiorentino (Ordinario di Diritto tributario presso l’Università di Napoli “Parthenope”), Vincenzo Maiello (Ordinario di Diritto penale presso l’ Università di Napoli “Federico II”), Gabriella Palmieri Sandulli (Avvocato Generale dello Stato), Giulio Prosperetti (Giudice della Corte Costituzionale) e Lara Trucco (Ordinario di Diritto costituzionale presso l’Università di Genova).

Dopo i saluti del Presidente della Fondazione Antonio Areniello, del Presidente della Cassa Francesco Giambattista Nardone e del Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato Valentina Rubertelli, i lavori sono stati moderati dal Notaio Vincenzo Pappa Monteforte, Consigliere di amministrazione della Cassa e della Fondazione, responsabile dell’organizzazione scientifica del convegno fortemente voluto dall’intero Consiglio di entrambi gli Enti e, segnatamente, dal Vice Presidente Alessandro Corsi, dal Consigliere Giuseppe Montalti e dal Notaio Lauretta Casadei. Le conclusioni sono state affidate al Presidente Nardone.

Il convegno è inserito nel Pacchetto formativo, vale a dire tra gli eventi che ogni anno la Fondazione Italiana del Notariato – punto di riferimento culturale e formativo – propone ai notai, tracciandone il percorso all’interno degli obblighi formativi divenuti fondamentali per il progetto di crescita delle realtà professionali.

“Per la prima volta, si è offerta all’attenzione dei notai e degli operatori del diritto una riflessione approfondita ed organica su vari aspetti legati alle fondamentali tematiche della previdenza, creando un ideale ponte di comunicazione tra diverse generazioni di professionisti”.  Così il Presidente Antonio Areniello a sottolineare l’importanza e la novità dell’evento.

Ampia soddisfazione ha espresso il Presidente Nardone soprattutto per “la scelta di discutere di previdenza con un atteggiamento <laico>, invitando – accanto ad illustri colleghi – alti rappresentanti dell’Accademia, della Magistratura e della Pubblica Amministrazione e di verificare l’attualità, anche in una prospettiva europea, del principio solidaristico posto alla base del sistema previdenziale notarile. L’obiettivo rimane quello di affrontare le varie problematiche che l’intero meccanismo e i singoli segmenti della previdenza notarile sollevano, anche in conseguenza dei più recenti arresti giurisprudenziali e della normativa comunitaria emanata in materia. Nella prospettiva di fornire le risposte migliori alle sfide portate al sistema previdenziale generale da fattori demografici, economici e finanziari”.

Programma dei lavori 

Report dei lavori

Per tutte le informazioni organizzative e il modulo di iscrizione www.fondazionenotariato.it