Strategia Ue per la gioventù. La Commissione adotta la valutazione sull’attuazione

101

La Commissione Europea ha adottato la relazione sulla valutazione dei  primi tre anni di attuazione della strategia dell’UE per la gioventù 2019-2021 (in allegato).

La strategia dell’Unione europea per la gioventù si sforza di “INGAGGIARE, CONNETTERE e POTENZIARE” i giovani europei affinché possano realizzare appieno il proprio  potenziale e diventino cittadini attivi.

Il sostegno offerto dalla strategia si esplica attraverso il portale europeo della gioventù e la figura del coordinatore dei giovani dell’UE che, innanzitutto, promuovono il dialogo tra i giovani dell’Unione

Adottata nel 2018, a seguito di un processo di elaborazione cui hanno partecipato i giovani europei, la strategia sviluppa 11 obiettivi europei per la gioventù.

La valutazione evidenzia l’impatto avuto dalla pandemia da Covid-19 sui giovani e la risposta messa in atto dall’Unione con il rafforzamento delle misure di sostegno ed incoraggiamento dei giovani.

Le iniziative politiche in corso, come lo Spazio europeo dell’istruzione, il Piano d’azione digitale europeo, l’Agenda europea delle competenze e il Pacchetto di sostegno all’occupazione giovanile, sono tutte dedicate ad aumentare le opportunità per i giovani e garantire la loro realizzazione personale, sociale e professionale. La Commissione sta anche rafforzando gli sforzi per aumentare il coinvolgimento dei giovani nelle principali iniziative europee (Green Deal, Digital Transformation, etc).

Per facilitare l’attuazione della strategia dell’UE per la gioventù e il conseguimento degli obiettivi sottesi, il 2022 è stato proclamato “Anno europeo della gioventù”. Le evidenze del rapporto di valutazione alimenteranno le iniziative dell’Anno europeo.