“Sustain-Ability Day”. Per un futuro sostenibile.

310

Agricoltura, alimentazione, energie rinnovabili, mobilità sostenibile e habitat regionali sostenibili, sono questi i temi che “terranno banco” al “Sustain-ability day”, l’evento internazionale che si sta tenendo a Bolzano in questi giorni e che chiuderà i battenti domenica 11 Settembre.

Una 4 giorni messa in campo per discutere le migliori soluzioni per lo sviluppo sostenibile delle regioni rurali europee, che vede il coinvolgimento di autorevoli personalità istituzionali nazionali e internazionali come il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, il Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Arno Kompatscher, nonché Premi Nobel come Robert Fry Engle, accademici, economisti, ricercatori ed
esperti di fama internazionale.

Un appuntamento che lancerà ufficialmente le Giornate della Sostenibilità promosse dall’Alto Adige con l’obiettivo in primis di dare vita a una piattaforma di scambio tra il mondo scientifico, la politica, l’economia e i giovani e, in secondo luogo, rendere lo sviluppo sostenibile accessibile al più vasto pubblico possibile.

Il 30% della popolazione europea vive in contesti rurali che spesso non vengono considerati nei nuovi progetti infrastrutturali, concentrati solo sui grandi agglomerati urbani.

“In Alto Adige la sostenibilità è un aspetto di grande rilevanza –  ha sottolineato durante la presentazione dell’evento  Arno Kompatscher, Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano-  Non per altro nella classifica del Digital Sustainability Index (DiSI), l’indice sviluppato dalla Fondazione per la Sostenibilità Digitale per misurare la sostenibilità digitale di persone, organizzazioni, territori, il Trentino-Alto Adige è al primo posto, forte sia di un buon indice di digitalizzazione che di un alto coefficiente di cittadini consapevoli del ruolo della tecnologia a supporto della sostenibilità”.

“Tra i punti essenziali del bilancio di assestamento 2022 – ha detto Kompatscher – il tema dell’ambiente e della mobilità occupano un posto di primo piano nel nostro territorio. Sono stati stanziati 50 milioni di euro per l’ampliamento della struttura ferroviaria e per la promozione della mobilità sostenibile. Ulteriori 8 milioni sono stati destinati al risanamento energetico e alla tutela delle risorse idriche.”

Le tematiche e il programma

Nel corso delle quattro giornate le tematiche trattate si concentreremo sulla sostenibilità ambientale con l’obiettivo di rendere le regioni rurali più resilienti. Gli interventi e i confronti oggetto di discussione da parte di relatori provenienti dal mondo delle istituzioni, sia italiane che internazionali, verte-ranno su quattro punti cardini. Dall’agricoltura e alimentazione per approfondire la domanda e l’offerta nel settore agricolo e alimentare, alla mobilità sostenibile per sviscerare le innovazioni tecnologiche e sociali per affrontare le sfide di mobilità delle aree rurali con una domanda debole; dagli habitat regionali resilienti per scoprire il rinascimento rurale attraverso la rivitalizzazione civica, la diversità delle imprese e la strategia del marketing del territorio, fino alle energie rinnovabili e l’efficienza energetica, con un focus sulla diversificazione dell’approvvigionamento energetico e la transizione da un sistema energetico insulare a un hub aperto di energia e stoccaggio.

Ulteriori informazioni https://sustainabilitydays.com