Call. Rimanere in buona salute in una società in rapido cambiamento

17

Gli inviti a presentare proposte del programma Horizon Europe 2021-2024 nell’ambito dell’obiettivo strategico chiave KSO-D “Creare una società europea più resiliente, inclusiva e democratica” sono finalizzati a favorire la vita in salute in una società in rapido cambiamento.

La ricerca e l’innovazione sostenute nell’ambito di questo obiettivo del Programma dovrebbero contribuire all’ambito “Buona salute e assistenza sanitaria accessibile di alta qualità” e, in particolare, al seguente impatto atteso “i cittadini di tutte le età soggiornano sani e indipendenti in una società in rapido cambiamento grazie a stili di vita e comportamenti più sani, diete più sane, ambienti più sani, migliori politiche sanitarie basate su prove e soluzioni più efficaci per la promozione della salute e la prevenzione delle malattie» come definito nel Piano strategico per il cluster sanitario.

Inoltre, la ricerca e l’innovazione sostenute nell’ambito di questa finalità potrebbero contribuire ai seguenti ulteriori impatti attesi: “Servizi digitali di alta qualità per tutti”, “Sistemi alimentari sostenibili dal campo alla tavola su terra e mare” e “Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici” .

Il contesto

Le esigenze di assistenza sanitaria delle persone variano a seconda dell’età, della fase della vita e del background socio-economico. La salute fisica e mentale e il benessere  personali possono essere influenzati dalla situazione individuale e dal più ampio contesto sociale in cui si vive. Anche l’educazione alla salute e i comportamenti rappresentano fattori importanti. Attualmente, più di 790.000 decessi all’anno in Europa sono dovuti a fattori di rischio come fumo, alcol, inattività fisica e obesità.

L’educazione, il reddito, i livelli di istruzione, gli aspetti sociali e di genere hanno un ruolo sui fattori di rischio per la salute e sulla prevenzione delle malattie. Inoltre, la salute  può essere influenzata dalla società in rapido cambiamento con le difficoltà connesse alla conoscenza dell’offerta di nuovi strumenti tecnologici o dei cambiamenti sociali che incidono sulla resilienza del singolo individuo. Per non lasciare indietro nessuno, nonché per ridurre le disuguaglianze sanitarie e sostenere una vita sana e attiva per tutti, è fondamentale fornire soluzioni adeguate e su misura a tutti i cittadini e cittadine, in particolare, quelli che presentano esigenze specifiche. La prevenzione delle malattie, in primo luogo, deve essere al centro di futuri programmi di sanità pubblica di successo.

Risultato previsto dal bando:

Sostegno alle attività che consentono o contribuiscono a uno o più impatti dell’obiettivo strategico 1 “Rimanere in buona salute in una società in rapido cambiamento”. A tal fine, le proposte in questo ambito dovrebbero mirare a fornire risultati che siano diretti, adattati e contribuiscano a tutti i seguenti risultati attesi:

– I bambini, gli adolescenti e i loro genitori/tutori sono educati e responsabilizzati nelle strategie di prevenzione che prevedono approcci e soluzioni personalizzate (anche attraverso l’uso di strumenti digitali) per gestire, mantenere e migliorare la salute, l’attività fisica, le abitudini alimentari, le esigenze del tempo libero dei bambini e degli adolescenti, benessere psico-sociale, nel pieno rispetto della privacy delle persone.

– Bambini e adolescenti, compresi quelli provenienti da contesti vulnerabili, monitorano i propri rischi per la salute, adottano stili di vita sani a casa, a scuola e nella comunità e interagiscono con i propri medici e accompagnatori (ricevendo e fornendo feedback), anche attraverso soluzioni abilitate digitalmente, migliore alfabetizzazione sanitaria, formazione e pensiero critico.

– Grazie a una migliore co-creazione, formazione, alfabetizzazione digitale e sanitaria, bambini, adolescenti, genitori e tutori in tutta Europa accedono e utilizzano soluzioni incentrate sulla persona e ampiamente disponibili per la salute, l’assistenza e il benessere di bambini e adolescenti, adeguate a un contesto in rapida evoluzione e società sempre più digitalizzata, considerando anche il rischio di dipendenza digitale.

Le proposte progettuali dovrebbero essere accompagnate da indicatori idonei a  misurare i progressi verso i risultati attesi pertinenti.

Finalità:

Gettare le basi per una vita sana inizia nell’infanzia. Di conseguenza, e in linea con l’iniziativa HealthyLifestyles4All[1], l’iniziativa dell’UE sulle malattie non trasmissibili “Healthier Together”[2] e la comunicazione della Commissione relativa alla trasformazione digitale della sanità e dell’assistenza[3],[4 ], l’obiettivo principale della ricerca e dell’innovazione dovrebbe essere quello di promuovere società più sane sviluppando soluzioni olistiche che promuovano stili di vita sani fin dalla tenera età con impatti a lungo termine.

La digitalizzazione pone dei rischi, ma può anche essere una forza trainante per responsabilizzare i  cittadini più giovani, che crescono in un mondo sempre più digitalizzato, affinché assumano un ruolo attivo nella gestione della propria salute, benessere mentale e sociale e promuovano una vita sana e la prevenzione delle malattie, attraverso soluzioni innovative, modelli di cura coordinati incentrati sulla persona e una migliore alfabetizzazione sanitaria.

L’avviso della Commissione incoraggia la partecipazione delle piccole e medie imprese (PMI), comprese le associazioni tra professionisti, nonché delle autorità europee, nazionali e regionali e della società civile, al fine di rafforzare le competenze scientifiche e tecnologiche nel settore sanitario e assistenziale per promuovere la adozione di soluzioni sanitarie e assistenziali innovative in Europa.

La ricerca e l’innovazione proposte dovrebbero concentrarsi su alcuni dei seguenti aspetti:

Sviluppare e promuovere soluzioni di intervento per la prevenzione delle malattie, che siano incentrate sulla persona, basate sull’evidenza e coordinate al fine di sostenere la salute e l’assistenza di bambini e adolescenti in una società sempre più digitalizzata. L’efficacia delle soluzioni di intervento dovrebbe essere valutata, tra l’altro, in termini di risultati sanitari, rapporto costo-efficacia (comparativo), facilitatori dell’attuazione e ostacoli. Il gruppo target dovrebbe includere bambini e adolescenti fino a 25 anni di età provenienti da contesti socio-economici diversi.

Sviluppare e integrare strumenti e tecnologie innovativi per la tutela della privacy, come (ma non limitati a): tracker di attività, sensori, giochi seri, piattaforme e robotica, Massive Open Online Courses (MOOC) in modelli di assistenza coordinati e integrati, per aiutare bambini e adolescenti condurre stili di vita sani, attivi e sociali, prevenire le malattie, nonché monitorare e gestire meglio la propria salute fisica, sociale e mentale. Consentire a bambini e adolescenti di navigare nei sistemi sanitari e di assistenza, interagire con i loro medici, assistenti formali e informali, circoli sociali, nonché gestire meglio la propria salute a casa, nella comunità e a scuola, tenendo conto del rischio psichiatrico giovanile specifico fattori, il rischio di dipendenza, nonché i determinanti geografici, sociali ed economici delle disuguaglianze sanitarie e di alfabetizzazione digitale.

Stimolare l’adozione di approcci e soluzioni incentrati sulla persona per migliorare la salute, l’assistenza e il benessere di bambini e adolescenti, includendo le parti interessate di tutti i settori pertinenti (inclusi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, istruzione, tempo libero, innovazione sociale, assistenza sanitaria, Medtech, media e cittadini) nella co-creazione, progettazione, pianificazione e adozione delle soluzioni, nonché nella formazione dei loro utenti finali.

Sviluppare e diffondere orientamenti e strumenti basati su prove per bambini e adolescenti che promuovano un sano equilibrio tra uno stile di vita sedentario digitalizzato e uno stile di vita non digitalizzato più attivo a sostegno della loro salute fisica, mentale e sociale e del loro benessere a breve e lungo termine base.

Sviluppare, implementare (pilotare e/o potenziare) e promuovere strumenti e interventi incentrati sulla persona per un migliore benessere fisico e mentale, affrontando i rischi della dipendenza digitale e del consumo eccessivo, dell’isolamento e della malattia mentale, promuovendo attività fisiche, intellettuali o artistiche, interazione sociale e fornire supporto e trattamento per la salute mentale.

In tutti i casi, il genere e gli aspetti demografici, geografici e socioeconomici dovrebbero essere debitamente presi in considerazione.

Questo argomento richiede l’effettivo contributo delle discipline delle scienze sociali e umanistiche (SSH) e il coinvolgimento di esperti SSH, istituzioni, nonché l’inclusione di competenze SSH pertinenti e il coinvolgimento dei giovani durante tutto il progetto al fine di produrre effetti significativi e significativi che migliorino l’impatto sociale delle relative attività di ricerca.

Inoltre, se del caso, è auspicabile/incoraggiato un maggiore coinvolgimento di settori non sanitari che incidono direttamente sui fattori di rischio e sui determinanti della salute, ad esempio ambiente (fisico), alimentazione e nutrizione, sicurezza, istruzione, sport, finanza, industria.

Le proposte dovrebbero essere altamente integrate, ambiziose, andare oltre il semplice collegamento in rete e fornire indicatori adeguati per misurare i progressi e l’impatto.

I progetti selezionati nell’ambito di questo argomento sono fortemente incoraggiati a partecipare alle attività congiunte, se del caso. Queste attività congiunte potrebbero, ad esempio, assumere la forma di un raggruppamento di progetti e comportare attività congiunte di coordinamento e diffusione quali la partecipazione a seminari congiunti, lo scambio di conoscenze, lo sviluppo e l’adozione di migliori pratiche e strategie di adozione su questioni regionali, nazionali e Livello europeo. I dettagli di queste attività congiunte saranno definiti durante la fase di preparazione della sovvenzione con la Commissione. I candidati devono pianificare un budget necessario per coprire questa collaborazione.

Data di apertura prevista 30 marzo 2023

Date di scadenza delle due fasi 19 settembre 2023 17:00:00 ora di Bruxelles, 11 aprile 2024 17:00:00 ora di Bruxelles

I richiedenti invitati alla seconda fase e che prevedono di includere studi clinici devono fornire i dettagli dei loro studi clinici nell’apposito allegato utilizzando il modello fornito nel sistema di presentazione. Cfr. la definizione di studi clinici nell’introduzione a questa parte del programma di lavoro.

[1] https://sport.ec.europa.eu/healthylifestyle4all

[2] https://ec.europa.eu/health/non-communicable-diseases_en

[3] https://digital-strategy.ec.europa.eu/en/policies/ehealth

[4] https://digital-strategy.ec.europa.eu/en/library/communication-enabling-digital-transformation-health-and-care-digital-single-market-empowering