Francoforte capitale della lotta al riciclaggio

72

Il 22 febbraio è stato raggiunto l’accordo tra Consiglio e Parlamento europeo sull’assegnazione della sede della futura Autorità europea per la prevenzione del riciclaggio (AMLA). Un passo significativo nel contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo nell’Unione europea.

AMLA, che inizierà le sue operazioni a metà del 2025, sarà stabilita nella città di Francoforte, già sede della Banca centrale europea, e avrà una forza lavoro di oltre 400 dipendenti.

 

Questa nuova autorità rappresenta il cuore della riforma del quadro dell’UE per la prevenzione del riciclaggio di denaro. Dotata di poteri di supervisione diretta e indiretta sulle entità obbligate, AMLA avrà il potere di imporre sanzioni e misure atte a contrastare queste pratiche illegali.

 

La decisione sulla sede di AMLA è stata il risultato di una stretta collaborazione tra Consiglio e Parlamento per garantire un processo di selezione trasparente ed equo per tutte le città candidate, tra cui Roma. L’accordo finale è stato raggiunto dai co-legislatori in un incontro informale interistituzionale a livello politico, dove i rappresentanti di entrambe le istituzioni hanno votato insieme, attribuendo 27 voti a ciascun co-legislatore.

 

La sede di AMLA sarà formalmente inclusa nel regolamento che la istituisce e sarà adottata come parte del testo.

 

Contesto

La decisione è stata preceduta da un processo avviato nel luglio 2021 dalla Commissione europea con un Pacchetto di proposte legislative volte a rafforzare le norme dell’UE sulla prevenzione del riciclaggio di denaro e il contrasto al finanziamento del terrorismo (AML/CFT). Il Consiglio e il Parlamento hanno raggiunto un accordo provvisorio sul regolamento AMLA nel dicembre 2023.

Le discussioni per selezionare la sede di AMLA hanno coinvolto i rappresentanti del Parlamento, del Consiglio e della Commissione. Nel giugno 2023, i co-legislatori hanno concordato criteri comuni per la selezione della sede di AMLA e il bando di gara è stato pubblicato nel settembre dello stesso anno. Dopo una scrupolosa valutazione delle candidature presentate da nove Stati membri, la Commissione ha emesso le sue valutazioni nel gennaio 2024.

I co-legislatori hanno successivamente organizzato audizioni pubbliche congiunte per valutare le candidature in base ai criteri stabiliti nel bando di gara. Sulla base di questa valutazione, i co-legislatori hanno quindi votato.

La decisione di stabilire AMLA a Francoforte rappresenta un importante passo avanti nella lotta contro il riciclaggio e il finanziamento del terrorismo e sottolinea l’impegno dell’Unione europea per garantire la sicurezza finanziaria e l’incolumità dei suoi cittadini.

 

Per ulteriori approfondimenti consultare il link.