Covid 19. Per i giornalisti test sierologici gratuiti

103

Dalla convenzione firmata tra l’ospedale Gemelli di Termoli e l’Ordine professionale del Molise al sostegno economico messo in campo dalla Casagit, la Cassa di assistenza sanitaria della categoria, i giornalisti italiani possono fare il test sierologico a costo zero.

Tutti i giornalisti molisani, sia professionisti sia pubblicisti, avranno la
possibilità di effettuare test sierologici a condizioni particolarmente agevolate:
20 euro per ciascun test eseguito, soldi che dall’altro lato penserà la Casagit a rimborsare.

In realtà, l’Ente presieduto da Daniele Cerrato prevede il rimborso sia per il test sierologico sia per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale.

COME RICHIEDERE IL RIMBORSO
Per gli accertamenti clinici e diagnostici, è necessario presentare regolare fattura e prescrizione medica.

Per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale (dpi), è richiesta la presentazione della regolare fattura o scontrino fiscale “parlante” che riporti il codice fiscale dell’acquirente e le caratteristiche del prodotto acquistato. Nel caso in cui nello scontrino non fosse presente la descrizione del prodotto, fornire attestazione da parte del venditore con la specifica del dpi acquistato.


LE COPERTURE COVID-19 DI CASAGIT SALUTE

Casagit Salute aveva già varato ad aprile un provvedimento Covid-19 destinato ai colpiti dalla malattia, con percorsi di ospedalizzazione e successiva convalescenza che riconosce un’indennità giornaliera di 50 euro per un massimo di 30 giorni a sostegno di spese accessorie al ricovero, danno biologico e all’eventuale isolamento subìto.

Entrambe le coperture, approvate dal Cda all’unanimità, riguardano ogni iscritta e iscritto, indipendentemente dal profilo di adesione e l’arco di utilizzo va dall’inizio della pandemia a tutto il 2020.

Un impegno economico importante visto che stiamo parlando di 53 mila iscritti.