Tavolo sul lavoro autonomo. Oliveti “Accolte le nostre richieste”

1084

Si è tenuta, giovedi mattina, la riunione del tavolo sul lavoro autonomo convocata dalla Ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, alla quale ha partecipato l’AdEPP, l’associazione che rappresenta 20 Casse di previdenza private. Soddisfazione è stata espressa dall’AdEPP che ha visto accogliere le istanze presentate.

“La riunione è stata di grande interesse” – afferma il Presidente dell’AdEPP Alberto Oliveti – “Su sollecitazione dell’Adepp la Ministra del lavoro, Nunzia Catalfo, ha assicurato che l’esonero contributivo verrà coperto interamente dalla fiscalità generale anche in considerazione del fatto che il sistema previdenziale dei liberi professionisti in Italia è sottoposto a doppia tassazione e già contribuisce significativamente alle entrate dello Stato. Ogni anno, infatti, gli Enti di previdenza versano nelle casse dello Stato 500 milioni di euro”.

“La Ministra ha inoltre assicurato la partecipazione dell’AdEPP nel percorso di predisposizione dei decreti attuativi previsti dal comma 21 della Legge di Bilancio – continua il Presidente Oliveti – Decreti sollecitati dall’associazione anche al fine di assicurare certezza e chiarezza agli Enti e soprattutto ai professionisti beneficiari”.

La legge di Bilancio ha previsto l’istituzione presso il Ministero del Lavoro di un Fondo per l’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti nel 2021 dai lavoratori autonomi e dai professionisti che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo fino a 50mila euro e abbiano subìto un calo del fatturato nel 2020 non inferiore al 33% rispetto al 2019.

La legge di Bilancio rinvia poi ad uno o più decreti dello stesso Ministro del lavoro, da emanare entro il 1° marzo, la definizione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’esonero. La dotazione iniziale è di 1 miliardo di euro.  Con il nuovo Decreto Ristori il fondo dovrebbe essere rifinanziato con un miliardo e mezzo.