Il Mattinale AdEPP – Giovedì 6 Maggio 2021

534

PRIME PAGINE
Vaccini, il nuovo piano (Corriere). Dosi per tutti anche in montagna (Messaggero). Ma i 500 mila vaccini sono durati 2 giorni (Fatto). Psicosi Az e Regioni inette: frenata sui vaccini (Verità). Intanto, virus in ritirata: cambia il coprifuoco (QN). Verso il coprifuoco a mezzanotte (Stampa).
Nuove indicazioni Pfizer-Moderna: richiami più lunghi. E riparte la vaccinazione per i prof
(Messaggero). “A settembre tutti in classe” annuncia il ministro Bianchi a Repubblica.
Giustizia, Davigo: presi a Milano gli atti segreti (Corriere). Davigo in Procura: “Ecco chi sapeva dei verbali segreti” (Messaggero). Testimone a Roma, Davigo difende Storari e accusa la “sua” Procura
(Fatto). “Faida tra giudici” scrive il Giornale. Sul caso Amara procure in rotta di collisione
(Repubblica). Verità: il tesoretto estero di Amara, faccendiere di loggia Ungheria.
Italia-Economia. Tridico (Inps) alla Stampa: “Pensioni a 62 anni, ma solo con il contributivo. Ora nuovo welfare”. Contro l’evasione pronte 161 banche dati. Ai raggi X casa, auto, bonus e imposte (Sole).
Esteri-Usa. La svolta di Biden: favorevoli a sospendere il brevetto sui vaccini (Repubblica).

ADEPP

“Enasarco, bilancio approvato a fatica”. Su Italia oggi (p.39) l’approvazione del bilancio consuntivo 2020 di Enasarco da parte dell’assemblea dei delegati. Gli astenuti al voto hanno evidenziato come l’utile di bilancio sia però diminuito in modo allarmante passando da 233 mln del 2019 ai 50 del 2020.
Un piccolo passo è stato fatto ma, per la tutela dei professionisti, c’è ancora molto da fare (Dubbio p.8). Significativo il voto favorevole a palazzo Madama sull’emendamento del decreto sostegni dove è stata prevista una sospensione di 30 giorni per gli adempimenti dovuti dal professionista contagiato da Covid ma ora si dovrà sistemare la questione relativa al più ampio disegno di legge sul diritto allo stato di malattia per chi esercita una libera professione. Proposta a prima firma di de Bertoldi (FdI), sostenuta da una condivisione bipartisan, ma sospesa al reperimento delle coperture necessarie: appena 22-23 mln secondo il centro studi di Adepp.
Sul Corriere (p.29) e alcune testate online ancora il tema dei dovuti adempimenti da parte dei
professionisti ed in particolare, dei ragionieri che dovessero contrarre il virus, costretti a casa.
Interviene il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Miani: “E’ un successo del
primo firmatario dell’emendamento de Bertoldi ma anche dei commercialisti italiani, che sin dal primo momento hanno sostenuto questa iniziativa”.
Su ansa.it, un’indagine relativa alle scelte lavorative che portano all’avvio ad una cessazione di un’attività professionale. Adepp lancia un’indagine per far luce su tali motivazioni.
Inarcassa ha avviato una gara telematica a procedura aperta sulla piattaforma Adepp-Inarcassa per l’affidamento dell’incarico di revisione e certificazione dei bilanci. Il contratto ha una durata triennale (mondoinsitutional.com).
Su mondoprofessionisti.it, l’apprezzamento di Adepp per l’approvazione dell’emendamento
bipartisan al decreto sostegni al Senato che sospende gli adempimenti per i professionisti.

PROFESSIONI SCENARIO

“L’equo compenso è aggirabile”, su Italia Oggi (p.37), niente equo compenso se l’ente chiede
preventivi a più avvocati mettendoli in concorrenza fra loro, importo sotto il minimo indicato dal decreto ministeriale quando non c’è una decisione unilaterale ne sussiste uno squilibrio contrattuale a carico del professionista, possibili anche incarichi gratuiti. È quanto emerge dalla sentenza 1071/21, pubblicata dalla prima sezione del Tar Lombardia.
L’elezione del neo presidente del Consiglio nazionale degli Architetti su Sole (p.30) e Italia Oggi (p.37) E’ Francesco Miceli il nuovo nuovo presidente del Consiglio nazionale degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, libero professionista, già Presidente dell’Ordine di Palermo, eletto ieri dal Consiglio nazionale, nel corso della sua seduta di insediamento nell’aula Giovanni Falcone del ministero della Giustizia.
Le detrazioni nelle dichiarazioni dei redditi solo su spese tracciabili è quanto riporta il Messaggero (p.51). Parte lunedì 10 la stagione delle dichiarazioni dei redditi. Quest’anno la principale novità riguarda le detrazioni d’imposta: entrano concretamente in vigore, in relazione all’anno di imposta 2020, le regole della penultima legge di Bilancio che pongono come condizione per fruire delle detrazioni del 19% il pagamento con mezzi tracciabili o altre forme di moneta elettronica, novità che riguarda le spese sanitarie.