Il Mattinale AdEPP – Sabato 3 Luglio 2021

513

PRIME PAGINE
Lotta al Covid. “L’allarme variante Delta in 16 regioni”, gli scenziati avvertono: “presto dominerà”.  Lombardia, nessun morto per il virus dopo 269 giorni (Corriere, Repubblica e altri). Sul virus apre anche Messaggero: Lazio e Abruzzo, picco variante. Il ceppo Delta rispettivamente al 35% e al 56% mentre la media italiana è al 22%. “I non vaccinati sono la variante più letale” (Libero).
“Sfida sovranista all’Europa”, Salvini e Meloni firmano con altri 14 leader dell’estrema destra, una  nuova Carta dei valori (Repubblica). “Le capitali Ue: sì al Recovery italiano”, Meloni e Salvini  firman la Carta dei valori sovranisti. Il Pd contro l’alleato: con Draghi o con Orban (Stampa e altri).
“Grillo sospende il voto dei 5 Stelle. Parte la trattativa” (Corriere).
Sul caso dei pestaggi in carcere Giornale: Parla Salvini, Bonafede ha mentito. Fatto attacca, Salvini abbracciava i torturatori: “Grazie”. Le chat degli agenti, “Basta buone maniere non salviamo
nessuno “ (Stampa). Carcere e botte, solo i camorristi sono stati graziati (Corriere).
Stampa intervista Carfagna: “La Lega nel Ppe per essere credibile, sì al ddl Zan con modifiche” e Tridico: “la ripresa c’è, subito il salario minimo e più tutele sociali per tutti”: “Il sogno continua, l’Italia a Wembley”, vittoria ieri per gli azzurri che battono il Belgio 2-1 (Giornale e tutti).

ADEPP
Cassa forense comunica l’approvazione dei nuovi bandi assistenza. I bandi si inquadrano
nell’ambito del progetto di welfare attivo contenuto nel Regolamento per l’assistenza. È dunque possibile partecipare per ottenere agevolazioni in quattro diverse aree. Si va dalle borse di studio per orfani, titolari di pensione di reversibilità o indiretta, a quelle per studenti universitari, figli di iscritti alla Cassa. Ma c’è anche l’assegnazione di contributi per spese di ospitalità in case di riposo o istituti per anziani, malati cronici o lungodegenti. Infine, sono previsti anche contributi per l’acquisto di strumenti informatici per lo studio legale. I bandi sono stati deliberati dal Consiglio di Amministrazione nella riunione del 23 giugno scorso. (mondoprofessionisti.it).
Su ansa.it, l’intervento del coordiantore di Fi, Antonio Tajani in merito alla situazione dell’Inpgi.
L’Istituto di previdenza dei giornalisti, “è una Cassa che deve essere difesa, devono esser tutelati coloro che hanno versato i contributi, è una Cassa che ha dato tante opportunità, ma in caso di rischio per la sua sussistenza, l’Inps deve farsi carico di tutto il sistema, tuttavia io sono favorevole ad un’Inpgi che resti privata”, ha ribadito Tajani.
Finalmente è online il servizio per le partite IVA al fine di richiedere il bonus ISCRO, indennità
straordinaria di continuità reddituale e operativa, che va da 250 fino ad 800 euro. L’Inps ha aperto la sezione specifica per poter inserire le domande. (trend-online.com).

PROFESSIONI SCENARIO
“Riforma dell’equo compenso, accordo bipartisan sul testo”. Si stringono i tempi sulla riforma dell’equo compenso. Un accordo bipartisan alla Camera in commissione Giustizia ha permesso di individuare il testo con prima firmataria Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, come testo base.
Gli emendamenti saranno votati martedì. (Sole p.27, Dubbio p.4).
Sbloccati i licenziamenti, sia pure con una serie di limiti concordati tra governo e parti sociali, si
attendono ora i primi segnali dal mercato del lavoro. Corriere (p.34), riporta le impressioni di
Francesco Duraccio, vicepresidente del Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro che avverte: “è verosimile che registreremo molte perdite di posti di lavoro, anche perche l’avviso comune che impegna le aziende a utilizzare tutti gli ammortizzatori e gli altri strumenti a disposizione prima di eventuali licenziamenti non è vincolante. Sia perche non può esserlo per definizione un’intesa, che non ha forza di legge, sia perché, essa non ha comunque alcun valore per le aziende non aderenti alle associazioni firmatarie”.

MF (p.52) fa focus sulla questione ristrutturazioni e i bonus con un’intervista a Giovanni Rizzi, notaio componente del Tavolo per i rapporti con i consumatori. “Ci vuole un bonus notai”, titola il quotidiano, riportando un utile vademecum nel mondo dei bonus fiscali a vantaggio di chi ristruttura casa.
“Ristretto l’ombrello sul credito”, prestiti fino a 30mila euro garantiti al 90%, gli altri all’80% (Italia Oggi p.27). Prorogate, fino a fine anno, le misure straordinarie del fondo di garanzia per le pmi per fare fronte alle conseguenze economiche della pandemia. Al contempo, sono state rimodulate le coperture della garanzia statale. Fino al 31 dicembre, i finanziamenti alle pmi saranno garantiti dallo stato per importi fino a 30 mila euro, ma con una copertura che dal 100% scende al 90%. Per gli importi superiori, la garanzia del fondo si riduce all’80%. Per questa tipologia di prestiti è possibile ottenere una durata fino a 8 anni.