Lauree abilitanti. C’è il via libera definitivo

275

Si è chiuso l’iter parlamentare del disegno di legge “Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti”, presentato dall’ex ministro del governo Conte-bis, Gaetano Manfredi. Si semplificano così, per alcuni,  le modalità di accesso all’esercizio di diverse professioni regolamentate e la norma dovrebbe anche facilitare l’accesso dei giovani laureati nel mercato del lavoro.

Via quindi all’esame di Stato anche se, ad oggi, la norma vale solo per le lauree in Psicologia, Farmacia, Odontoiatria, Veterinaria, mentre in una seconda fase toccherà ad altre professioni con provvedimenti specifici e su richiesta del degli ordini professionali o dei ministeri.

Per la ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa è il “segno che l’attenzione verso i giovani sta davvero tornando protagonista nel Paese. Con questa norma permettiamo alle nostre studentesse e ai nostri studenti di accedere subito al mondo del lavoro, senza aspettare anni di tirocinio e l’esame di stato per potere iniziare, li mettiamo in collegamento con i professionisti già durante il corso di laurea e diamo ancora più valore al loro tempo e ai loro studi.”

Le professioni ammesse 

odontoiatria e protesi dentaria;

farmacia e farmacia industriale;

medicina veterinaria;

psicologia.

Diventano abilitanti anche le lauree professionalizzanti in:

professioni tecniche per l’edilizia e il territorio;

professioni tecniche agrarie, alimentari e forestali;

in professioni tecniche industriali e dell’informazione.

Le suddette lauree abilitano all’esercizio delle professioni, correlate ai singoli corsi di studio, di:

geometra laureato;

perito agrario laureato;

perito industriale laureato.

Diventano abilitanti anche le lauree che danno accesso a determinate professioni per le quali non è richiesto il tirocinio post-lauream. In questo caso verrebbe emanato uno specifico provvedimento su proposta dei ministeri competenti e su richiesta degli ordini professionali di riferimento. Le professioni nel dettaglio sono quelle di:

tecnologo alimentare;

dottore agronomo e forestale;

pianificatore;

paesaggista;

assistente sociale;

attuario;

geologo;

A queste si aggiungono anche le professioni di chimico, fisico e biologo.

Sarà necessario in ogni caso che vengano emanati dei decreti attuativi per le lauree abilitanti entro 3 mesi dall’entrata in vigore della legge che dovrebbe pertanto essere operativa dal 2022.

Tirocinio ed esame finale

Per poter ottenere l’accesso alla professione direttamente con una delle lauree abilitanti elencate sopra senza l’esame di Stato è necessario avere crediti acquisiti mediante tirocinio già durante il corso di studi.

Il tirocinio curricolare dovrà permettere di ottenere almeno 30 crediti formativi; è prevista anche una prova pratica valutativa da sostenere in sede di discussione della tesi di laurea. Come prevede la legge approvata a verificare la preparazione, tecnica e teorica, ci sarà una commissione integrata “da professionisti di comprovata esperienza designati dalle rappresentanze nazionali dell’Ordine o del collegio professionale di riferimento”.