Sottosegretario Freni “Tassazione e welfare, patto tra Governo e Casse”

15

“La doppia tassazione sulle Casse di previdenza private non è eliminabile alla luce delle ingenti risorse che sarebbero necessarie a copertura. Invece, è praticabile un confronto tra Governo e Casse di previdenza per arrivare a una riduzione dell’imposizione sugli investimenti, ora al 26 per cento. In questo modo le Casse avrebbero più risorse da destinare al welfare per gli iscritti, in particolare per i giovani e per i professionisti in difficoltà” è quanto riporta la giornalista Maria Carla De Cesari, nell’articolo a sua firma pubblicato su Il Sole 24 Ore.

“A parlare della necessità di un patto tra Governo e Casse per il welfare delle professioni – scrive la De Cesari – è stato il Sottosegretario al Mef Federico Freni durante l’evento organizzato dal Consiglio nazionale del notariato, che ha messo a confronto sia i candidati alle prossime elezioni sia alcuni esponenti dei partititi.

“Tutte le forze politiche, pur con accenti diversi, hanno affermato l’importanza delle professioni quali corpi intermedi. La sussidiarietà cioè la delega alle professioni di compiti da parte della Pubblica Amministrazione, per Ettore Rosato, Vice presidente alla Camera “resta colpevolmente ancora una pagina incompleta”.

Infine la giornalista de Il sole 24 Ore fa sapere che “a latere del convengo il Sottosegretario Freni ha confermato che il regolamento sugli investimenti è rinviato alla prossima legislatura: l’obiettivo è delineare un quadro generale, al cui interno ogni ente scriverà la propria disciplina di dettaglio”.