Cassa Forense. Avanza l’innovazione digitale

250

Dopo l’esperienza della pensione diretta on line, avviata nel gennaio 2022, a distanza di un anno, si implementa l’offerta digitale delle istanze trasmissibili in modalità telematica.

“E’ utile ricordare – spiegano dalla Cassa – che il ricorso alle istanze on line permette di presentare, in modalità digitale, le domande connesse ai principali procedimenti amministrativi relativi alle pensioni di vecchiaia, anzianità, vecchiaia anticipata, pensione di vecchiaia contributiva e, dal 1 febbraio 2023, anche per le pensioni di inabilità e invalidità”.

L’utilizzo del canale telematico è alternativo alla modalità tradizionale, basata sul ricorso ai moduli cartacei e garantisce, in modo sicuro e decisamente più rapido, l’accesso ai servizi in rete della Cassa Forense, utilizzando le consuete credenziali di accesso in possesso degli utenti.

“La presentazione telematica delle prestazioni previdenziali è frutto di un percorso innovativo avviato nel corso dell’anno appena concluso ed ampliato nell’anno corrente; l’obiettivo, pertanto, è quello di rendere, in futuro, tutte le prestazioni previdenziali disponibili con accesso digitale. Tale percorso di implementazione delle istanze, oltre che migliorare l’efficienza dei servizi resi da Cassa Forense nei confronti degli utenti, rende più limpida e trasparente la comunicazione tra l’Ente di previdenza ed i professionisti che richiedono la prestazione; basti pensare che la procedura dell’istanza on line è completamente guidata e, quindi, molto più semplice e veloce rispetto alla tradizionale domanda su modulo cartaceo”.

Tutte le informazioni cliccando su https://www.cfnews.it/info-cassa/avanza-l-innovazione-digitale-dopo-la-pensione-diretta-ora-anche-le-pensioni-di-inabilit%C3%A0-e-invalidit%C3%A0-sono-on-line/