Stati Generali AdEPP. Messina, Intesa Sanpaolo “Tranquillo sulla solidità del sistema”

261

“Io sono totalmente tranquillo sulla solidità del sistema europeo delle banche. Per quello che è accaduto negli Usa la causa è la mancanza di vigilanza e la mancata attenzione ai rischi interni alla banca. In Europa Credit Suisse da anni era sotto osservazione e interventi erano stati rimandati, ma non ci sono altri casi. Sulla dimensione dei tassi di interesse, oggi le banche centrali hanno completato le manovre e se l’incertezza dovesse prevalere potranno salire ma non tanto perché’ a mio parere abbiamo raggiunto il picco con l’inflazione che sta iniziando a scendere. Il sistema italiano oggi è il miglior sistema europeo perché’ si fonda sulla forza delle nostre famiglie. E questo garantisce che sia totalmente sicuro, non vedo nessun elemento di preoccupazione. I fondamentali sono estremamente solidi e le famiglie possono essere tranquille che non ci sono elementi di preoccupazione di nessun tipo” così Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo, durante gli “Stati Generali” AdEPP.

“Ancorché’ ridotto dal 2022, il Pil è orientato alla crescita nel nostro Paese e lo sarà ancora di più nel 2024. Ho una visione positiva. Mi aspetto uno scenario che continuerà di crescita. Oggi Italia è leader in crescita nel mondo delle imprese. La diversificazione ha portato forte resilienza sul mondo dell’impresa e io vedo un percorso totalmente positivo così come lo vedo sul fronte del risparmio delle famiglie che continuano ad avere una forte fiducia nei confronti degli operatori dove depositano i loro risparmi. C’è un punto sul quale dobbiamo porre l’attenzione ossia sul mondo delle disuguaglianze. C’è una porzione comunque importante, sempre più importante, di famiglie che si trovano in condizioni di difficoltà e noi dobbiamo porre un elemento di grande aiuto nei confronti di chi ha più bisogno in questo momento”.

“Non capiamo – ha sottolineato Messina parlando di Pnrr – perché si debbano fare polemiche su qualcosa su cui tutti debbono rimboccarsi le maniche. Tutti devono fare la loro parte, perché è un’opportunità unica”.

E sui professionisti “Non c’è dubbio che qui sia rappresentato un mondo di grandissima forza ma anche di grandissima potenzialità per sostenere lo sviluppo del nostro Paese e delle iniziative sociali, supportando elementi di crescita. Quindi esistono due grossi ambiti nei quali è possibile trovare elementi di collaborazione. Il primo, sostenere questo mondo attraverso dei prodotti creditizi ad hoc con le forme di garanzia all’interno delle diverse Casse che possono portare a concedere il credito nei confronti dei soggetti che operano in questo ambito, garantendo prodotti che siano i migliori possibili sui sistemi di pagamento. Su questo abbiamo creato una struttura ad hoc che possa supportare tutti gli operatori in questo ambito. E dall’altro lato c’è un aspetto importante che è quello di investire insieme in molte delle iniziative sulle quali questo mondo importantissimo può portare un valore aggiunto al nostro Paese. Parlo dei fondi di rigenerazione urbana, parlo di tutti gli investimenti che i fondi di previdenza stanno realizzando e sui quali Intesa Sanpaolo può accompagnarli investendo su questi temi progettuali. Intorno a questo mondo strategico noi vogliamo essere la banca di riferimento di tutti gli operatori che operano in questo comparto e sicuramente ce la stiamo mettendo tutta perché questo possa accadere”.