La Commissione Europea partecipa a COP28

81

Nell’ambito del Padiglione UE alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP28), che si terrà dal 30 novembre al 12 dicembre a Dubai (EAU), la Commissione europea sta organizzando una serie di eventi. La Direzione generale per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali (DG FISMA) organizzerà alcuni eventi collaterali della giornata dedicata alle discussioni su finanza, commercio, parità di genere e responsabilità prevista il 4 dicembre 2023. Gli eventi si concentreranno sui recenti sviluppi nel settore dei rating ambientali, sociali e di governance (ESG), sulla rendicontazione della sostenibilità delle imprese, sulla finanza di transizione, sull’utilizzabilità e sull’ulteriore sviluppo della tassonomia dell’UE, nonché sul lavoro della Piattaforma internazionale sulla finanza sostenibile (IPSF), di cui è membro l’Unione europea.

Il primo evento, dal titolo “Standard europei di rendicontazione della sostenibilità” sarà dedicato alla discussione e presentazione degli ultimi sviluppi del reporting di sostenibilità aziendale e il contributo possibile al conseguimento degli obiettivi generali della COP28. Il 2023 ha visto sviluppi significativi nel campo della rendicontazione della sostenibilità aziendale, con l’adozione degli standard europei per la rendicontazione di sostenibilità (European Sustainability Reporting Standards) da parte della Commissione europea nel mese di luglio e degli standard comuni da parte dell’International Sustainability Standards Board, a giugno, che costituiscono impegni tangibili all’azione e nuove regole obbligatorie.

A seguire la tavola rotonda dedicata alla “Maggiore trasparenza e integrità nelle attività di rating di ESG”. A fronte della definizione da parte dell’UE degli elementi costitutivi di un quadro di riferimento per la finanza sostenibile, gli stakeholder stanno evidenziando le inefficienze del mercato e le lacune normative rimanenti, che potrebbero ostacolare lo sviluppo del mercato finanziario dell’UE. Sono state sollevate molte preoccupazioni riguardo al funzionamento del mercato dei rating ESG. Nel giugno 2013, la Commissione ha adottato un regolamento con l’obiettivo di aumentare la trasparenza e l’integrità delle attività di rating ESG. La proposta si basa principalmente sulla serie di raccomandazioni per i fornitori di rating ESG e le autorità di regolamentazione pubblicate dall’International Organization of Securities Commissions nel novembre 2021. Nel corso dell’evento saranno presentati i contenuti di questa proposta della Commissione e approfonditi obiettivi e modo in cui essa si inserisce nella più ampia agenda della finanza sostenibile e nei lavori in corso a livello internazionale.

Il terzo evento, l’evento riunirà i rappresentanti delle giurisdizioni membri della Piattaforma internazionale sulla finanza sostenibile (IPSF) e delle organizzazioni osservatrici per illustrare il lavoro svolto dalla Piattaforma nel 2023. La tavola rotonda costituisce l’occasione per verificare il costante impegno dei membri e degli osservatori nella cooperazione internazionale sulla finanza sostenibile e il ruolo della Piattaforma nel dibattito internazionale, in particolare come partner esperto del Gruppo di lavoro sulla finanza sostenibile del G20. L’evento si concentrerà in particolare sul continuo lavoro della Piattaforma sulla “finanza di transizione” e sulle recenti discussioni sui social bond.

Il quarto momento di riflessione organizzato dalla DG FISMA verterà sulla presentazione dei principali sviluppi a livello europeo nell’ambito della Tassonomia UE e la sua adozione da parte degli attori del mercato quali imprese, investitori, istituti di credito e assicuratori. E’ previsto che gli operatori del mercato espongano le proprie opinioni sulle sfide e opportunità legate all’utilizzo della Tassonomia UE e all’attuazione degli obblighi di rendicontazione. Infine, la Piattaforma europea per la finanza sostenibile, in quanto organo consultivo della Commissione europea, presenterà il proprio lavoro sull’usabilità del quadro finanziario sostenibile dell’UE e sugli ulteriori sviluppi della Tassonomia europea.

L’evento conclusivo della giornata promossa dalla Commissione europea affronterà il tema del finanziamento della transizione verso un’economia sostenibile portando esempi di pratiche di mercato attuali e analizzando le opportunità e sfide. Le società finanziarie e non finanziarie, le banche multilaterali di sviluppo e le organizzazioni internazionali confronteranno le rispettive esperienze nella pianificazione, nel sostegno e/o nel finanziamento degli sforzi per la transizione verso la sostenibilità, nonché i loro approcci all’interno del contesto globale. L’obiettivo è di mostrare, inoltre. come i vari strumenti del quadro finanziario sostenibile dell’UE possano essere utilizzati per incanalare gli investimenti nella transizione, in linea con la raccomandazione della Commissione europea sulla finanza di transizione. Infine, gli stakeholder avranno l’occasione di evidenziare le opportunità e le sfide che incontrano nella raccolta di finanziamenti per la transizione e nella progettazione di soluzioni di finanziamento per la transizione, nonché altri approcci per sostenere la decarbonizzazione dell’economia reale.

 

Per ulteriori informazioni e per registrarsi agli eventi online