Pappa Monteforte “Sistema Notariato, modello da esportare”

41

di Vincenzo Pappa Monteforte*

La tavola rotonda di presentazione della ricerca Parthenope, organizzata per il prossimo 21 luglio presso l’Auditorium di Cassa Forense, rappresenterà un momento di confronto tra esperti del settore e politici su una tematica di stringente attualità.

La ricerca, ultimata poche settimane fa – pur evitando di enfatizzare la scelta del modello  EET (praticato, ad es., in Germania e Spagna) quale unica soluzione per la tassazione dei regimi previdenziali Cassa – l’ha valorizzato in una logica di armonizzazione fiscale delle legislazioni dei diversi paesi UE. Anche nell’ottica di una condivisibile convergenza dei prelievi.

Ha toccato, ulteriormente, la vexata quaestio del passaggio dal retributivo al contributivo. Al riguardo, a chiare lettere si è evidenziato che una scelta in tal senso farebbe sorgere il problema del c.d. “debito latente”, cioè dell’ammontare delle riserve patrimoniali di cui l’ente dovrebbe disporre per far fronte agli impegni maturati fino a quel momento. Circostanza che imporrebbe il versamento di contributi integrativi – tra l’altro mancanti della finalità solidaristica – da parte degli attivi e dei nuovi iscritti, penalizzati ulteriormente.

Anzi la “ripartizione attenuata”, propria del sistema della Cassa Nazionale del Notariato, unitamente alla attenta gestione del patrimonio mobiliare e immobiliare sinora praticata, sono state ritenute un modello da esportare alle altre Casse di previdenza.

Appuntamento, allora, al 21 prossimo!

]*Presidente Cassa nazionale del Notariato

 

In allegato il programma del convegno